Chi è Mario Ciancio, di Marco Benanti

di Salvatore Mica - martedì 1 marzo 2005 - 25187 letture

Mario Ciancio Sanfilippo è nato a Catania il 29 maggio 1932 è figlio dell’avvocato Natale, discendente dei Sanfilippo di Adrano, proprietario terriero, è sposato, da cinquant’anni, con Valeria Guarnaccia, ha cinque figli, quattro femmine e un maschio, Domenico, segretario di redazione a "La Sicilia".

Si è laureato in giurisprudenza nell’anno accademico 1954-55, con una tesi di diritto civile sul diritto ereditario "Il legato in sostituzione di legittima": sarebbe potuto divenire un buon civilista, sotto la guida del padre, titolare di un avviato studio legale a Catania.

Il suo hobby? Collezionista d’arte antica. Ufficialmente proprietario di duecento ettari di agrumi e di aree in tutta la città di Catania, in particolare nella zona sud.

E’ diventato giornalista professionista, iscritto nel relativo elenco, dal 1° gennaio del 1957 e direttore de "La Sicilia" nel 1967, dopo la morte di Antonio Prestinenza: ha firmato il primo numero il 14 febbraio 1967.

Editore per tradizione familiare ed asse ereditiero (è nipote del fondatore de "La Sicilia", l’avv. Domenico Sanfilippo, a cui è intitolata l’omonima casa editrice), controlla l’unico quotidiano di Catania (a parte le piccole edizioni locali de "Il Giornale di Sicilia" di Palermo e "La Gazzetta del Sud" di Messina). Ciancio ha partecipazioni azionarie negli altri due quotidiani citati (8% nel "Giornale di Sicilia", 15% nella "Gazzetta del Sud"), possiede le due maggiori emittenti locali catanesi, che hanno ambito regionale ("Antenna Sicilia-Teletna" e "Telecolor", quest’ultima acquisita nella seconda metà degli anni Novanta), oltre a controllare, insieme alla "Ses" (Società editrice siciliana) di Nino Calarco, direttore della "Gazzetta del Sud" e mediante la presenza della figlia Angela, la "Rtp" di Messina. Fino al ’93, era l’editore anche dell’unico quotidiano pomeridiano di Catania, "Espresso Sera", chiuso dopo anni di bilanci in rosso. Ciancio è vicepresidente, confermato lo scorso anno, dell’agenzia Ansa, il cui ufficio catanese è ospitato dentro lo stabilimento de "La Sicilia" di viale Odorico da Pordenone, ha forti partecipazioni in "Mtv" (alleanza con C.Romiti), controlla "Radio Sis" e condiziona anche altre emittenti locali come il caso di "Rete 8-Telejonica". La sua influenza è arrivata fino in Puglia, dove controlla il giornale "La Gazzetta del Mezzogiorno".

Marco Benanti


Rispondere all'articolo - Ci sono 0 contributi al forum. - Policy sui Forum -