Sei all'interno di >> :.: Primo Piano | Mafie |

Vogliono oscurare accadeinsicilia.net

Un patrimonio informativo indispensabile per comprendere la storia della Sicilia da Portella delle Ginestre ai nostri giorni è minacciato di oscuramento. Girodivite raccoglie l’appello di Carlo Ruta a difesa di www.accadeinsicilia.net e invita i suoi lettori a diffonderlo.
di Morris Bober - mercoledì 1 dicembre 2004 - 6332 letture

I poteri forti del sud-est vogliono oscurare il sito www.accadeinsicilia.net

Tre anni di lavoro informativo di www.accadeinsicilia.net hanno consentito di realizzare un archivio che conta oggi oltre duemila documenti, divisi fra letteratura civile, documentazione storica, inchieste, testimonianze, cronache, reportages. Si è cercato di fare informazione a tutto campo: da Portella della Ginestra agli intrighi della finanza nazionale. Adesso vanno aprendosi falle di conoscenza importanti sul sud-est. In particolare, diverse persone stanno cominciando a testimoniare a viso aperto, con determinazione e a loro rischio, sui bubboni più o meno nascosti che da decenni corrodono la città di Ragusa: il deprimente stato della giustizia, le trame lobbistiche della Banca Agricola Popolare, il malaffare nelle istituzioni, gli insoluti del delitto Spampinato. In altre parole, il muro atavico dell’omertà, fondato sull’intimidazione costante dei cittadini, comincia a incrinarsi. Ebbene, la reazione a tutto questo è rabbiosa e allarmante. Resisi conto infatti delle improvvise scoperture, i registi più o meno in ombra della città stanno usando tutti i mezzi perché venga ripristinato il silenzio. E a firma di Carmelo Di Paola, espressione di tali poteri, quale patrocinatore legale della banca anzidetta, adesso viene addirittura chiesto a un magistrato del tribunale di Ragusa l’oscuramento di questo spazio informativo. Evidentemente, si è toccato il fondo. Si fa un uso palesemente distorto degli uffici giudiziari, vengono vilipese le persone che stanno testimoniando, si ricorre platealmente alla falsificazione, come se nulla fosse cambiato dall’età del baronaggio e dei roghi, in spregio comunque alla Costituzione della Repubblica, che garantisce il diritto di cronaca, la liceità della critica civile, la libertà d’informazione. Ovviamente, non ci si lascerà intimorire. Di ogni abuso verrà informata l’opinione pubblica. L’inchiesta continua.

Carlo Ruta

Per testimonianze (assai importanti in questo momento):

accadeinsicilia@tiscali.it; carlo.ruta@tin.it


Rispondere all'articolo - Ci sono 2 contributi al forum. - Policy sui Forum -
> Vogliono oscurare accadeinsicilia.net
21 dicembre 2004, di : un amico !

Spero che presto i protagonisti delle vostre inchieste (Di Paola ,Fera & co.) riceveranno il dovuto trattamento... Un po´di sole a scacchi dalle finestre del carcere !!!
Vogliono oscurare accadeinsicilia.net
26 giugno 2008 |||||| Sito Web: antimafia

È stato creato un mirror anonimo del sito sequestrato leinchieste.com raggiungibile su:

http://624eb2rznzhtq2cz.onion/hiddenhosting/antimafia/

Per chi volesse visitare il sito è necessario installarsi TOR

https://www.torproject.org/