Voglio Di Bella!


Perché al cittadino Matteo Renzi sì e al cittadino Adriano Todaro no?
martedì 25 luglio 2017 , Inviato da Adriano Todaro - 1827 letture

Il signor Matteo Renzi è cittadino italiano.
 Il signor Adriano Todaro è cittadino italiano.

Il cittadino Matteo Renzi ha scritto un libro.
 Il cittadino Adriano Todaro ha scritto più libri.

L’esimio Matteo Renzi paga (almeno spero) il canone Tv.
 L’esimio Adriano Todaro paga (è sicuro!) il canone Tv.

Il fiorentino Matteo Renzi non ha incarichi istituzionali.
 Il brianzolo-siciliano Adriano Todaro non ha incarichi istituzionali.

Matteo Renzi è segretario del Pd.
 Adriano Todaro potrebbe diventare segretario della bocciofila.

L’onesto Matteo Renzi paga (almeno si spera) le tasse.
 L’onesto Adriano Todaro (è sicuro!) paga le tasse.

Il sempre giovane Matteo Renzi ha i capelli.
 Il diversamente giovane Adriano Todaro aveva i capelli (ve lo giuro!)

Potrei continuare ma mi fermo qui. Avevo fatto presente ai lettori che per un po’ non avrei scritto. Lo faccio ora un po’ perché sono riuscito ad avere una connessione internet in Calabria che è una cosa che ha del miracoloso, ma soprattutto perché ho letto le cronache della presentazione, in un ipermercato di Roma, di un libro scritto, almeno così si dice in giro, da Matteo Renzi. Ho letto la cronaca di questo avvenimento e ho avuto invidia.

L’invidia, è vero, non è sentimento nobile ma quando leggo che per quell’evento la Rai ha messo a disposizione uomini e mezzi beh, allora, oltre all’invidia mi viene rabbia. Per 25 lunghi minuti, Rainews ha trasmesso l’evento: camion, tecnici di ripresa, produttori di produzione, tutto per la presentazione del libro "Avanti" del cittadino italiano Matteo Renzi.

E per il libro scritto dal cittadino italiano Adriano Todaro? Un belino di niente. Nulla. Vi pare giusto che io per presentare il libro edito da girodivite "Neuroni in fuga", non possa contare su nessuna televisione pubblica? Perché mai non c’è Antonio Di Bella che m’intervista per 25 minuti? Sarebbe piaciuto anche a me esser intervistato da un giornalista con la schiena dritta, da uno che non guarda in faccia a nessuno, da un giornalista molto educato che fa un bel minuetto e in 25 minuti non riesce a nominare lo scandalo Consip.

Per Renzi la Rai ha inviato anche due camion con le attrezzature tecniche. Io mi sarei accontentato di uno solo così avrei fatto risparmiare la Rai. Mi sarei accontentato, invece di Antonio Di Bella, anche di Antonino Di Bellino. E invece niente. Per "Neuroni in fuga" me la devo scazzare da solo e non posso contare neppure su qualche giornalista con la scogliosi. Pazienza.

Vorrei però fare un appello ai membri della Commissione di Vigilanza della Rai. Date un segno che non siete ibernati, dite qualcosa ma, soprattutto, fate qualcosa e, possibilmente, non il solito comunicato di protesta. Se non siete d’accordo con l’andazzo generale, dimettetevi. Oltre a giornalisti con la schiena dritta, abbiamo terribilmente di bisogno anche di consiglieri Rai senza il mal di schiena. In caso contrario, siete complici anche voi. Tutti quanti.


Rispondere all'articolo - Ci sono 0 contributi al forum. - Policy sui Forum -
Stampa Stampa Articolo
Ricerca
Inserisci la parole da cercare e premi invio
:.: Condividi

Bookmark and Share
:.: Articoli di questo autore
:.: Articoli di questa rubrica