Sei all'interno di >> :.: Primo Piano | Lavoro |

Vertenza lavoratori addetti alla verifica degli impianti termici in provincia di Siracusa

Una problematica dalle importanti ricadute in termini ambientali e di sicurezza.
di Emanuele G. - mercoledì 10 dicembre 2014 - 2638 letture

La recente normativa nazionale impone dei controlli sempre più stringenti per gli impianti termici, ma in provincia di Siracusa tutto è fermo. Questo perché alla ex-Provincia Regionale di Siracusa c’è scarsa volontà di passare dalle parole ai fatti. Soprattutto in considerazione del fatto che ci sono sei persone che attendono di conoscere quale sarà il loro avvenire lavorativo.

Eppure tutti gli atti propedeutici a rendere nuovamente operativo il servizio sono stati debitamente compiuti. Ci riferiamo in particolar modo a:

a. Delibera del Commissario Straordinario nella funzione di Giunta Provinciale n. 65 del 30/06/2014 che affida alla società in house “Siracusa Risorse” il servizio di verifica degli impianti termici;

b. Delibera del Commissario Straordinario nella funzione di Giunta Provinciale n. 15 del 09/10/2014 che approva il regolamento del servizio di verifica degli impianti termici.

Quindi cosa si aspetta a riattivare un servizio operativo dal lontano 2002 e che ha dato eccellenti risultati? Certo non ha aiutato l’abolizione delle province disposto dalla Regione Siciliana e l’alternarsi a partire dal 2009 di varie società che si sono occupate del delicato servizio. Tuttavia, una circolare della Regione Siciliana del 2013 indica espressamente che sono i neo costituiti Liberi Consorzi di Comuni a subentrare alle ex Province Regionali nella somministrazione di questo specifico servizio. Con il passo successivo, ossia l’affidamento a “Siracusa Risorse”, crediamo siano cessate le cause ostative alla ripresa di un servizio dalle importanti ricadute sociali.

Prima di tutto, un controllo programmato degli impianti termici rende le nostre abitazioni più sicure. Spesso la cronaca ci informa di esplosioni mortali di caldaie. Inoltre le verifiche impediscono il pericoloso quanto scriteriato fenomeno delle auto-riparazioni.

In secondo luogo, impianti termici efficienti contribuiscono a ridurre l’emissione in atmosfera di gas fortemente inquinanti. Gas, fra l’altro, che nocciono alla salute. Per non dimenticare il fatto che viviamo in una provincia che soffre di gravi problemi di inquinamento.

E’ davvero venuto il momento di dare risposte certe a lavoratori in attesa da fin troppo tempo. Lavoratori – è opportuno rammentarlo – in possesso di appropriata formazione e documentata esperienza.


Rispondere all'articolo - Ci sono 0 contributi al forum. - Policy sui Forum -