Sei all'interno di >> :.: Culture | Musica |

Vera

Ci ha lasciati alla veneranda età di 103 anni Vera Lynn, la cantante consolatrice delle truppe inglesi durante la Seconda Guerra mondiale
di Piero Buscemi - giovedì 18 giugno 2020 - 459 letture

"Qualcuno si ricorda Vera Lynn?", sono i versi iniziali di una famosa canzone dei Pink Floyd, tratta dall’album del 1979 The Wall. La canzone, composta da Roger Waters continuava con i versi "Ricordate quando lei diceva ci rincontreremo in una giornata di sole?"

L’approccio verso la guerra era sicuramente diverso da parte del leader del gruppo inglese, quando compose la canzone. Vera Lynn fu utilizzata per evidenziare la follia della guerra contro la quale buona parte della discografia dei Pink Floyd si è schierata. Ma chi era Vera Lynn?

Una bella ragazza dai connotati tipicamente inglesi, sprigionava dal volto quell’immagine di tradizione e di buone maniere che l’essere inglese rappresentava in quegli anni, più di quanto riesca a farlo ai giorni nostri. Amata e venerata come una diva merita di essere, era stata scelta per mantenere alto il morale delle truppe inglesi che combattevano al fronte.

Con le sue canzoni accompagnò le partenze e le speranze di ritorno a casa per milioni di giovani soldati. Un modo ipocrita per consolare dei ragazzi ai quali nessuno avrebbe mai potuto garantire il ritorno a casa. Vera Lynn cantava gli ideali che sapevano di attaccamento alla patria, sacrificio anche della vita per un ideale di eroismo preconfezionato che provava a rendere meno vere e sofferte le lacrime delle madri e delle mogli che non avrebbero mai rivisto i volti dei figli e dei mariti.

Vera Lynn è morta a 103 anni nella sua casa di Ditchiling, il piccolo villaggio inglese nell’East Sussex. Un tipico luogo della tradizione e del passato tipicamente britannico dove decidere di trascorre serenamente la vecchiaia. Era nata a Londra il 20 marzo del 1917. Non è riuscita a mantenere la promessa che Roger Waters pretese scrivendo la canzone con la quale si chiese perché il padre non tornò a casa, nonostante la cantante avesse dedicato a quei giovani la speranza di rincontrarsi un giorno. Anche se non fosse stato di sole.

Viene spontaneo pensare che se la Seconda Guerra non fosse stata mai combattuta, molti giovani inglesi non sarebbero morti in giro per l’Europa e, forse, Vera Lynn non sarebbe stata ricordata così a lungo nel campo della musica. Ma i "se" e i "ma" sono stati seppelliti dalla guerra.

JPEG - 66.6 Kb
Vera Lynn


Rispondere all'articolo - Ci sono 0 contributi al forum. - Policy sui Forum -