Urgente! legge Acqua al Bilancio facciamoci sentire!! - lettera agli On.li Commissari II Bilancio e Programmazione per il 24 GIUGNO 2015

per mercoledi 24 giugno è stata calendarizzata in Commissione Bilancio il ddl sull’acqua esitato dalla IV Commissione Ambiente ARS. Per sollecitarne la rapida approvazione e scongiurare il Commissariamento da parte del Governo nazionale abbiamo inviato al Presidente, ai Vice Presidente ed ai Commissari della Commissione Bilancio la lettera che segue e che trovate anche in allegato.
di Giuseppe Castiglia - martedì 23 giugno 2015 - 3783 letture

PDF - 103.3 Kb
lettera Commissione Bilancio

Palermo 24 giugno 2015 - SEDUTA SOSPESA E DEMOCRAZIA ANCHE… REGIONE SICILIA, ITER PER LA RIPUBBLICIZZAZIONE DELL’ACQUA. Era stata convocata per oggi mercoledì 24 giugno 2015 alle ore 09.30 la seconda commissione Bilancio e Programmazione. Al terzultimo punto dell’ordine del giorno era calendarizzata la discussione sul disegno di legge - ’Disciplina in materia di risorse idriche’(nn.455-125-102-106-158); Giunti all’ultimo momento utile affinchè la Regione potesse prendere posizione sull’Acqua Pubblica per poter scongiurare il Commissariamento da parte del Governo nazionale…

E per tutta risposta ad un mese circa (26/05/’15) da quando è stato esitato il ddl sull’acqua dalla IV Commissione Ambiente e territorio…..I deputati SOSPENDONO E RINVIANO LA SEDUTA… POVERA SICILIA!


Per sostenere l’iniziativa e fare sentire la nostra voce invitiamo tutti a voler inviare la medesima lettera in allegato sostenuta dalla firma dell’associazione, comitato, movimento, o singola persona, ovvero come Amministratore degli enti locali, Sindaco vice sindaco presidente di Consiglio, Consigliere specificando il Comune d’appartenenza.

Siamo ormai giunti all’ultimo momento utile affinchè la Regione prenda posizione sull’Acqua Pubblica, prima di essere defraudata delle sue prerogative dal Governo nazionale che ad ottobre Commissarierà la Regione.

Il testo della mail da inviare ai componenti della Commissione Bilancio agli indirizzi mail di seguito elencati potrebbe essere il seguente:


Gentili Onorevoli Commissari,

seguiamo con grande attenzione i Vostri lavori di Commissione di mercoledi 24 giugno sul ddl 445 recante norme in materia di disciplina delle risorse idriche, ricordandoVi che la Sicilia attende dal 2010 una legge sull’Acqua Pubblica, già promossa per iniziativa Popolare e Consiliare (ed estromessa dai lavori della Commissione Ambiente nel 2013), ed il rispetto della volontà Popolare espressa con i Referendum del 2011.

Certi che valuterete con attenzione la sollecitazione in allegato ad esitare in tempi brevi il ddl 445 per le considerazioni lì espresse, Vi auguriamo un proficuo lavoro.

Firmato...................................

Di seguito gli indirizzi mail dei componenti della II Commissione

adina@ars.sicilia.it;gdigiacinto@ars.sicilia.it;vvinciullo@ars.sicilia.it;gciaccio@ars.sicilia.it;rclemente@ars.sicilia.it;acracolici@ars.sicilia.it; ccurrenti@ars.sicilia.it;ndagostino@ars.sicilia.it;gdimauro@ars.sicilia.it; bgucciardi@ars.sicilia.it;clarocca@ars.sicilia.it;lupog@ars.sicilia.it;gmilazzo@ars.sicilia.it;rsavona@ars.sicilia.it;Commissione_II@ars.sicilia.it


Testo mail inviata ai componenti della II Commissione Bilancio

Gentiissimi On.li Commissari,

Vi inoltriamo, di seguito ed in allegato, una lettera del Comitato promotore della legge di iniziativa Popolare e Consiliare per la ripubblicizzazione delle Acque in Sicilia e del Forum Siciliano dei Movimenti per l’Acqua ed i Beni Comuni, scritta in occasione della Vostra seduta del 24.06.15 nella quale tratterete il ddl 445 "Disciplina in materia di risorse idriche".

Nell’auspicio che vogliate tener conto delle considerazioni espresse, Vi auguriamo un buon lavoro.

-------------------------------------------------------------------------

JPEG - 7.2 Kb

FORUM SICILIANO DEI MOVIMENTI PER L’ACQUA E I BENI COMUNI

COMITATO PROMOTORE DELLA LEGGE REGIONALE DI INIZIATIVA POPOLARE E CONSILIARE PER LA RIPUBBLICIZZAZZIONE DELLE ACQUE IN SICILIA

Palermo 23.06.2015

All’On.le Presidente della II Commissione legislativa Bilancio e Programmazione ARS Agli On.li Vice Presidenti della II Commissione legislativa Bilancio e Programmazione ARS Agli On.li Commissari della II Commissione legislativa Bilancio e Programmazione ARS

On.le Presidente, On.li Vice Presidenti , On.li Commissari,

con la presente siamo a sollecitare un rapido esame, per le valutazioni di Vostra competenza, del ddl 445 “Disciplina in materia di risorse idriche” esitato dalla IV Commissione Ambiente e territorio, nell’auspicio che possa essere altrettanto rapidamente calendarizzato per l’Aula, per scongiurare il Commissariamento da parte del Governo nazionale in materia di risorse idriche per la mancata individuazione delle Autorità sostitutive alle disciolte Autorità d’Ambito.

Tale prospettiva infatti oltre che ledere le competenze esclusive assegnate alla Regione Siciliana in materia di Acque Pubbliche dallo Statuto autonomo (art. 14 lettera i), si configurerebbe come una cessione di sovranità politica inaccettabile a fronte della mobilitazione Popolare e dei Consigli Comunali a favore della gestione Pubblica e partecipativa delle Acque in atto dal 2006, ed uno schiaffo alla Democrazia ed alla volontà Popolare di cui il Parlamento siciliano, da Voi rappresentato in seno a codesta spettabile Commissione, ha l’onere e l’onore di rispondere con i propri atti.

Ricordiamo che dal gennaio 2013 il Governo regionale proroga i Commissari straordinari delle AATO in attesa dell’approvazione di una legge di riordino dell’intero settore che la l.r. 1/2013 prevedeva fosse emanata entro sei mesi, che attraverso la legge di iniziativa Popolare e Consiliare del 2010 ed attraverso i referendum Popolari del 2011 i siciliani hanno dato una indicazione politica inequivocabile al Parlamento tutto, che tutti i costi di gestione del servizio idrico, compresi gli investimenti sono a carico della tariffa, e quindi gravano sui cittadini che non possono continuare a pagare in solido per le inadempienze, le omissioni, ed i fallimenti delle privatizzazioni fin qui registrati, che la Sicilia deve ancora dotarsi di strumenti normativi in grado di rispondere alle direttive europee in una visione complessiva dell’uso della risorsa idrica e del territorio.

Auspichiamo pertanto che il ddl possa essere approvato in tempi rapidi all’ARS, dando prova con ciò di rispettare sia la volontà del Popolo sovrano, che si è espresso attraverso la stragrande maggioranza degli elettori siciliani chiedendo la gestione pubblica e partecipativa delle Acque in Sicilia, che il valore costituzionale dello Statuto autonomo e della sovranità del Parlamento siciliano.

Certi della Vostra attenzione e sensibilità al tema sottopostoVi, seguiremo con attenzione i Vostri lavori per darne massima e diffusa informazione.


Rispondere all'articolo - Ci sono 0 contributi al forum. - Policy sui Forum -
Versione per la stampa Versione per la stampa
Ricerca
Inserisci la parole da cercare e premi invio

:.: Articoli di questo autore
:.: Articoli di questa rubrica