Sei all'interno di >> :.: Girodivite Network | Cartamenù | Ricettario |

Una ricetta di Neruda

La poesia del cibo

di Pina La Villa - domenica 26 agosto 2012 - 3714 letture

Dal blog di Lia - fonte inesauribile - una ricetta in versi di Pablo Neruda (un grazie a Mastella per averlo sdoganato).

[…] Adesso

prendi

dell’aglio,

e per prima cosa accarezza

questo avorio pregiato,

odora

la sua fragranza iraconda,

allora

lascia che l’aglio tritato

cada con la cipolla

e il pomodoro

fin quando la cipolla

avrà un colore dorato.

Nel frattempo

cuoceranno con il vapore

i regali gamberi marini

e quando saranno arrivati

al punto giusto,

quando si sarà rappreso il sapore

in un intingolo

formato dal succo

dell’oceano

e dall’acqua chiara

che sprizzò la luce della cipolla,

allora

che entri il grongo,

e si sommerga nella gloria,

che nella pentola

si inolii,

si contragga e si impregni. […]


- Ci sono 0 contributi al forum. - Policy sui Forum -