Sei all'interno di >> :.: Primo Piano | Comunicazione |

Un anno con Emergency

Riepiloghiamo i fatti salienti che hanno caratterizzato l’anno appena concluso, in relazione all’attività di Emergency
di Redazione - mercoledì 9 gennaio 2019 - 419 letture

GENNAIO

Nuovo anno, sempre la stessa guerra

Un medico al lavoro all’ospedale di EMERGENCY a Kabul 1_GEN___Afgha_Emergency_Kabul_10-3-17_1952

Il 2018 di Kabul, capitale dell’Afghanistan, si apre con una forte esplosione vicino alla ex sede del Ministero degli Interni. All’ospedale di EMERGENCY arrivano 131 feriti, un numero impressionante, e il nostro staff lavora senza sosta per assistere il flusso di pazienti.

FEBBRAIO

Buon compleanno Rehab!

Un paziente del Centro di riabilitazione di EMERGENCY a Sulaimaniya 2_FEB__Sulaimaniya

Il nostro Centro di riabilitazione e reintegrazione sociale di Sulaimaniya, in Iraq, specializzato in fisioterapia, nella produzione di protesi per pazienti disabili e mutilati e nella formazione professionale degli ex-pazienti, compie 20 anni di attività.

MARZO

Investire nella formazione dello staff nazionale

Medici dello staff locale di EMERGENCY in Afghanistan 3_MAR_Staff_locale

27 medici provenienti da Kabul, dal Panshir e da Lashkar-gah affrontano gli esami di specialità in Chirurgia, Pediatria e Ginecologia. In tutti i nostri progetti investiamo nella formazione del personale locale per far crescere nuove competenze nel sistema sanitario del Paese e mettere le basi per costruire il futuro.

APRILE

Le donne del Centro Salam

Le donne dello staff del Centro Salam di EMERGENCY a Khartoum 4_APR_Staff_Salam

Infermiere, team leader, caposala, amministratrici, cuoche, addette ai lavori ausiliari… Entrando nel Centro Salam di Khartoum, il numero di donne che lavora con noi salta immediatamente all’occhio. È anche grazie a tutte loro che da oltre 10 anni possiamo parlare di cure di eccellenza in Sudan.

MAGGIO

La follia delle spese militari 5_MAG___VG

Un bambino viene preparato prima di entrare in sala operatoria

Secondo il SIPRI (l’Istituto internazionale di ricerche sulla pace di Stoccolma), nel 2017 lo scontrino delle spese militari dell’Italia ammonta a 29,2 miliardi. Esattamente 80 milioni al giorno. Oltre 3 milioni ogni ora. Quante altre cose si potrebbero fare con quei soldi? Per esempio, curare persone: un anno del nostro intervento in Afghanistan a favore delle vittime di guerra costa quanto tre ore e mezza di spese militari italiane.

GIUGNO

Le campagne invisibili d’Italia 6_GIU__baraccopoli

La baraccopoli di Castel Volturno

Sacko Soumayla, un ragazzo di 29 anni proveniente dal Mali, viene ucciso a circa 15 km da Rosarno, dopo aver lavorato tutto il giorno per pochi euro e mentre era alla ricerca di vecchie lamiere per costruire un riparo per altri braccianti. Capitanata, Basilicata, Piana di Gioia Tauro, Sibari, Cassibile, Fascia Trasformata, Castel Volturno, sono alcune delle località nelle quali lavoriamo dal 2011 garantendo cure alle vittime della povertà e dello sfruttamento. Sono tutti luoghi periferici e spesso nascosti nelle campagne, ma ben noti agli operatori umanitari e del sociale. Luoghi che raccontiamo in “Dove l’erba trema”, il nostro progetto editoriale lanciato a dicembre 2018 e che proseguirà nei primi mesi del 2019.

LUGLIO

Dopo 5 anni, abbiamo concluso l’impegno al Complexe Pédiatrique di Bangui 7_LUG_CPB

Una paziente del Complexe Pédiatrique di Bangui

Nel 2013 una violenta guerra civile travolge uno dei Paesi più poveri del mondo, la Repubblica Centrafricana. EMERGENCY è al lavoro nel Paese già dal 2009, quando il direttore del Complexe Pédiatrique, l’unico ospedale pediatrico pubblico di tutto il Paese, ci chiede aiuto per gestire l’emergenza in corso. In 5 anni il nostro intervento trasforma l’ospedale, garantendo il diritto alle cure gratuite e di qualità e innescando un processo di ricostruzione del Sistema sanitario nazionale, con la partecipazione attiva delle istituzioni locali e internazionali.

AGOSTO

A due anni dal terremoto che ha colpito il Centro Italia 8_AGO_Ludovan

Il Ludovan

Nel corso di questa estate abbiamo ampliato il Progetto Sisma oltre la cura. Con un camper allestito ad hoc – il Ludovan – e con l’aiuto prezioso dei nostri volontari, proponiamo attività ludiche per i bambini e attività ricreative e motorie per gli adulti che vivono nei territori messi in grande difficoltà dal sisma e a cui garantiamo assistenza psicologica e infermieristica.

SETTEMBRE

Il 17° Incontro Nazionale di EMERGENCY 9_SET___IN

Il pubblico in piazza durante guarda la trasmissione in diretta di una conferenza

Diritti, guerra e migrazioni: è stata Trento la città che ha ospitato il nostro Incontro nazionale di quest’anno. Due giorni nei luoghi più caratteristici del centro storico cittadino trascorsi con tanti ospiti, volontari, artisti e a tutte le persone che scelgono di stare al nostro fianco per parlare insieme “Di guerra e di pace”.

OTTOBRE

Afghanistan, elezioni sotto attacco 10_OTT_mass_casualty

Le vittime degli attacchi durante le elezioni in Afghanistan curate nell’ospedale di EMERGENCY a Kabul

Le elezioni in Afghanistan, rimandate da oltre 3 anni, portano l’atteso carico di violenza. Esplosioni e attentati ai seggi causano decine di feriti in tutta la capitale. Il nostro ospedale di Kabul riceve circa 50 feriti, uno di loro arriva morto. È un bambino di 10 anni.

NOVEMBRE

Evento per le scuole: La guerra è il mio nemico – vol.2 11_NOV__LA-GUERRA-E-IL-MIO-NEMICO-vol_2

La guerra è il mio nemico vol.2, evento a Casa EMERGENCY

Oltre 23.000 studenti, collegati in diretta satellitare da 108 cinema in tutta Italia, sono i protagonisti della nostra iniziativa dedicata ai ragazzi delle scuole superiori per parlare di guerra e diritti.

DICEMBRE

70 anni della Dichiarazione universale dei diritti umani 12_DIC_DUDU

Diritti a testa alta, la fiaccolata per i 70 anni della Dichiarazione universale dei diritti umani

Il 10 dicembre, insieme ad altre ONG, abbiamo organizzato in oltre 85 piazze italiane l’iniziativa “Diritti a testa alta”, per ribadire che il rispetto dei diritti di ogni essere umano è il fondamento di un mondo libero e giusto.


Rispondere all'articolo - Ci sono 0 contributi al forum. - Policy sui Forum -