Sei all'interno di >> :.: Culture | Arte |

Taormina Arte: Giuseppe Migneco

Mostra dedicata al pittore messinese nella Chiesa del Carmine a Taormina, fino al 1° novembre.
di Piero Buscemi - giovedì 10 settembre 2009 - 4214 letture

Taormina Arte dedica all’artista messinese (la mostra è iniziata a fine luglio e proseguirà fino al 1° novembre) un’inedita mostra, nella Chiesa del Carmine a Taormina, affidata a Lucio Barbera e ad Anna Maria Ruta.

La mostra cercherà attraverso le opere del pittore, di mostrare al visitatore il «Migneco europeo», rivolto più all’arte europea, vedi Van Gogh, che con le sue prime opere di impronta espressionista, utilizzerà il giallo e il verde, colori caretteristici della produzione del pittore olandese.

Su queste basi Migneco esternò la sua personalità realista che finì per consegnare al mondo la sua siciliana più cruda e tragica. Un percorso formativo e di maturazione che lo porterà alla sua personale denuncia ed avversità contro la società del falso benessere.

Le produzioni, figlie di questo suo malessere nei confronti del prossimo, lo si evince nella scelta e l’utilizzo di una pittura asciutta e netta, dove il nero integrato con colori freddi ed inespressivi, da un tono di drammaticità inconfondibile.

Il passaggio successivo della sua vita, e quindi della sua produzione artistica, culminerà nella stagione dei vinti senza possibilità di riscatto. Un mondo sconfitto dalla propria follia di violenza, alla quale il pittore non può rimanere indifferente.

E’ il periodo dei colori forti e tragici. Immagini che stuprano la falsa quiete dell’osservatore, con le quali il rinchiudersi in se stesso dell’artista e il suo forte sentimento di solitudine, che trapassa dalla mano lungo il pennello, per sfociare in colori che inevitabilmente richiamano alla morte.

Sara la fase più realistica del Migneco artista. Il suo bisogno di raccontare, attraverso i suoi quadri, il suo essere siciliano ed il mondo che tutto questo comporta. Un Migneco che conosce e descrive l’umiltà dell’essere povero in una terra povera come la Sicilia. Lo farà attraverso i suoi personaggi, intenti ad assaporare la vita, che passa attraverso un limone sbucciato, fonte di cibo quotidiano, e una rete da pesca, tirata con sofferenza, che prende forma di riscatto sociale.

Migneco Europeo. Taormina, Chiesa del Carmine (Piazza del Carmine)

26 luglio - 1 novembre 2009

Orari:10.30/12.30, 17.00/21.00; lunedì chiuso.

Mostra promossa da Taormina Arte in collaborazione con: Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Regione Siciliana - Assessorato Beni Culturali Ambientali e P. I. e Assessorato Turismo Comunicazione e Trasporti. A cura di Lucio Barbera e Anna Maria Ruta.

Organizzazione: Francesco Rovella per Publinews, Eventi culturali


Rispondere all'articolo - Ci sono 0 contributi al forum. - Policy sui Forum -