Sinistra Ecologia e Libertà Lentini e il ballottaggio

Ringraziamo tutti coloro che hanno votato S.E.L. e che insieme a noi credono e lavoreranno affinchè una Lentini migliore possa emergere.

di Segreteria SEL Lentini - sabato 4 giugno 2011 - 2156 letture

Gli 896 voti per la lista Sinistra Ecologia e Libertà, e le 1196 preferenze al candidato sindaco Alfio Grimaldi sono un risultato stupendo che ci permettono di conquistare una rappresentanza in consiglio comunale, con il consigliere comunale Saverio Bosco(271 preferenze). Ringraziamo per tanto tutti coloro che hanno votato S.E.L. e che insieme a noi credono e lavoreranno affinchè una Lentini migliore possa emergere.

Consideriamo ogni voto di fiducia espressoci come un riconoscimento per l’impegno personale e l’attività svolta da ciascun candidato come un grande incoraggiamento a proseguire con impegno e attenzione alla vita politica della nostra Lentini.

Oggi , alla vigilia del turno di ballottaggio, Sinistra Ecologia e Libertà non può che ribadire la propria contrarietà alle logiche spartitorie e di “saccheggio”, che vedono coinvolte le 2 coalizioni ballottanti.

Riteniamo lo schieramento di centrodestra, guidato dal candidato Nello Neri e lo schieramento guidato da Alfio Mangiameli, (con al suo interno perfino FLI ed MPA) due facce della stessa medaglia, che si allontanano di molto dalla nostra idea di politica e bene comune.

Se da un lato si definiscono bene i contorni di una coalizione che fa riferimento al tramontante schieramento di centrodestra Berlusconiano, dall’altro si contraddistingue chiara e netta la linea fallimentare dell’alleanza scellerata tra Pd ed MPA di Lombardo, che ormai diventa inaccettabile, alla luce del disastro elettorale del PD siciliano alle ultime amministrative siciliane, perfino per i vertici nazionali del partito di Bersani.

Essendo Sel una forza di sinistra che si pone come obiettivo primario la ricostruzione del centrosinistra lentinese, sceglierà di non schierarsi né con la destra dichiarata di Neri, Buffardeci, Prestigiacomo e Romano, né con la destra “de facto” di Mangiameli, Granata, Strano e Lombardo.

Continuiamo a dire no alle cementificazioni, alla gestione privatizzata dell’acqua, al lavoro come regalia, alla sempre più diffusa povertà, alle speculazioni che ruotano intono alla gestione dei rifiuti e alle nuove forme di energia, alla concentrazione della proprietà agricola, all’invasione delle catene commerciali che distruggono il piccolo commercio e ciò che intorno a questo si sviluppava, allo sfruttamento indiscriminato del territorio.

Riteniamo pertanto che la prima battaglia per la rinascita del centrosinistra lentinese sarà andare a votare 4 SI ai quesiti referendari del 12 e 13 giugno per dire: no al nucleare, no all’acqua gestita da privati, no al legittimo impedimento.

Lentini 04/06/11

Il coordinatore SEL Lentini

Maria Cunsolo


Rispondere all'articolo - Ci sono 0 contributi al forum. - Policy sui Forum -
Versione per la stampa Versione per la stampa
Ricerca
Inserisci la parole da cercare e premi invio

:.: Articoli di questo autore
:.: Articoli di questa rubrica