Sei all'interno di >> :.: Culture | Musica |

Settimana live: prossimi concerti a Roma

Quella che sta per entrare è una settimana ricca di eventi musicali. Noi abbiamo puntato l’attenzione su Roma dove andremo a vedere: Helloweem, Marlene Kuntz, e Zion Trein...

di Tano Rizza - domenica 5 febbraio 2006 - 5507 letture

Quella che sta per entrare è una settimana ricca di eventi musicali di un certo rilievo. Febbraio, si sa, è mese di nuove uscite discografiche, di tour, concerti e appuntamenti da non perdere. Noi abbiamo puntato l’attenzione su Roma dove, nel giro di sette giorni, si susseguiranno concerti e dj set assolutamente da seguire. Andiamo, dunque, in trasferta, prendiamo la Freccia del Sud e in dodici ore raggiungiamo la capitale per assistere e per poi raccontarvi questi eventi.

In particolare, la nostra attenzione è puntata su due concerti e un live set. Nell’ordine andremo a vedere il concerto degli Helloweem, il nuovo spettacolo dei Marlene Kuntz e il djset di Zion Trein.

Gli Helloween saranno a Roma, al Tendastrisce di Via Per lasca, il 7 Febbraio nell’ambito del tour mondiale “Keeper Of The Seven Keys: The Legacy”, i cinque musicisti di Amburgo offriranno a Roma uno show incentrato sull’ultimo album (lavoro che dà il nome al tour stesso) e sui successi che hanno contraddistinto il percorso artistico del gruppo sin dalla metà degli anni ‘80. Il forte legame con le radici della band, in particolare con i due primi lavori intitolati “Keeper Of The Seven Keys” (la Part I è del 1987, mentre la Part II è del 1988), è testimoniato oltre che dal titolo dell’ultimo album, dalla volontà della band di ritornare allo stile e ai pezzi che la hanno resa celebre in tutto il mondo.

L’indomani saremo al Circolo degli Artisti(doppia data al Circolo degli Artisti, l’8 e il 9 Febbraio), in Via Casilina 42, per assistere a S-Low in nuovo tour dei Marlene Kuntz, spettacolo innovativo, distante dai concerti a forte impatto sonoro e distorti a cui la band di Cuneo ci ha abituato: per la prima volta i Marlene Kuntz suoneranno in versione slow. Slow e non unplugged, perché sarà uno show elettrico ma vedrà interpretati soltanto i brani più lenti e d’atmosfera del loro repertorio arrangiati per l’occasione. Sarà la prima volta che al loro pubblico non sarà dato motivo di pogare, per la prima volta non ci saranno quegli assalti distorti che li hanno così tanto caratterizzati stilisticamente.

Spettacolo basato sulle performance intime che una buona metà del loro intero e intimo repertorio garantisce, per una semplice voglia di fare i concerti anche in un altro modo. Non dunque il tuono e la tempesta dei grossi assalti distorti, ma l’inquietudine tersa di note sospese nel vuoto dell’apnea e sul respiro del pubblico. E niente unplugged: sarà elettrico, romantico, sonico, lirico, intenso, poetico, teso. Uno spettacolo di canzoni lente e rock, uno show di MK s-low. S-LOW Tour.

Il 10 Febbraio sarà invece una serata all’insegna dell’elettronica, quella che andremo a vedere. Sul palco del Forte Prenestino andremo a vedere il live set di Zion Train. La loro proposta musicale è dub, un dub però aperto alle contaminazioni sonore di ogni genere. Dieci anni di carriera e otto album alle spalle sono il loro biglietto da visita.

Questi sono gli appuntamenti a cui andremo armati di macchina fotografica e registratore, nella settimana successiva, nelle pagine di Girodivite metteremo a disposizione i live report, le osservazioni, i commenti, le foto, e speriamo anche qualche intervista su tutto quello che siamo andati a vedere.


Rispondere all'articolo - Ci sono 0 contributi al forum. - Policy sui Forum -