Senza certezze

Miscellanea delle ultime settimane. Con la secessione in arrivo
di Adriano Todaro - martedì 11 settembre 2018 - 1413 letture

Come era bello quando c’erano certezze più o meno granitiche. Ad esempio i democristiani al governo, i telefoni a gettoni, il caffè con la Moka e l’omino con i baffi della Bialetti e tanto altro. Oggi non più. Prendete, ad esempio, Luigi Di Maio che con il sorrisetto sardonico d’ordinanza stampato sul viso e con il suo vestitino scuro incorporato, è andato a far visita a un golpista e assassino come l’egiziano Al Sisi. Luigino, dopo l’incontro, ha dichiarato che le relazioni tra Roma e Il Cairo vanno rinsaldate lodando la presenza di Eni che è rimasta “anche nel periodo più difficile”. Il “periodo più difficile” forse è quello quando è stato assassinato Giulio Regeni che comunque l’egiziano malvivente ha definito “uno di noi”. Di noi chi? E la verità su Regeni? Sarà per un’altra volta.

E la gara per l’Ilva? Non doveva essere annullata perché illegittima? Mah! Vedremo. E il contingente italiano di Herat in Afghanistan, che ci costa 1,3 milioni di euro al giorno, non doveva essere ritirato? Stiamo valutando. Vedremo.

Il fatto è che non ci sono più certezze così come non ci sono più le mezze stagioni e i gettoni telefonici. Del resto anche l’ora legale potrebbe sparire come ha detto, fra un bicchiere di gin e l’altro, il presidente della Commissione Ue, Jean Claude Juncker. Per abolire l’ora legale hanno fatto anche un referendum online in tutta Europa. Voi lo sapevate?

Ho chiesto ai miei vicini, ai condomini, agli amici della bocciofila del referendum sull’ora legale e, non molto elegantemente, mi hanno mandato a “dar via i ciapp”. (Sarebbero le chiappe-Ndr).

Il bauscia verde Matteo, ha tolto il costume e si è rimesso la giacchetta. Non che sia migliorato di molto ma così è pronto e presentabile quando scatteranno le manette. L’avvenimento sarà in diretta televisiva e per una settimana in differita, con lo share a vette mai raggiunte neppure dall’Isola dei famosi, così come la percentuale dei suoi prossimi voti.

Per fortuna qualche certezza c’è. Ad esempio Jenny Migliore. Non sembra, eppure esiste. Tanto è vero che, periodicamente, spara cazzate a raffica. L’ultima su Macron che ha i suoi bei problemi anche senza l’apporto del barricadiero Jenny detto il Migliore II. Insomma, questo sarà sempre secondo a qualcuno.

Un’altra certezza in questo mondo triste è Napoletano. No, cosa avete capito? Non l’ex bipresidente che si chiama Napolitano ma Roberto Napoletano, ex direttore del Sole 24 Ore che dopo averlo distrutto e fatto intervenire la Procura di Milano e la Consob, è stato premiato con una docenza alla Luiss, l’università della Confindustria. Bisogna dire che i padroni hanno veramente dell’inventiva, un faro di certezze. Cosa spiegherà Roberto Napoletano agli sbigottiti studenti? Insegnerà, in ben quattro dipartimenti, “Le grandi crisi dell’economia contemporanea”. Infatti, lui di crisi se ne intende. Già lo vediamo rubicondo e ilare: “Cari ragazzi la prima lezione che vi terrò sarà: Come affossare un giornale. La seconda verterà, invece, sul tema: Come taroccare le copie di vendita” e così via.

Per ultimo ci sarebbe il fatto che le Regioni del ricco Nord, soprattutto Lombardia e Veneto, stanno ottenendo, nel disinteresse generale, la vecchia bossiana secessione. Così si taglieranno le risorse alle regioni più povere a beneficio, appunto, delle più ricche. Quasi come Robin Hood. Al contrario.

Francamente debbo dire che questa cosa mi metteva ambasce, non mi faceva riposare al punto che mia moglie Ninetta ad un certo punto è sbottata: “Non capisco perché te la pigli tanto – mi ha detto -. Tanto noi abitiamo in Lombardia”.

Già, è vero, non ci avevo pensato. Anche se la secessione dovesse andare in porto, a me che me frega? Io abito in Lombardia. E i siculi? Beh che se ne stiamo con le chiappe, i ciapp, al sole. A me non può importare di meno.

Speriamo che almeno questa, la secessione, diventi una certezza.


Rispondere all'articolo - Ci sono 0 contributi al forum. - Policy sui Forum -