Semaforo di via Etnea fra Carlentini e Lentini

Lettera aperta del Coordinamento per lo sviluppo sostenibile ai Sindaci di Carlentini e Lentini

di Emanuele G. - sabato 9 ottobre 2010 - 1571 letture

LETTERA APERTA

Oggetto: Semaforo di via Etnea

Al sig. Sindaco del Comune di Lentini

Al sig. Sindaco del Comune di Carlentini

- Sede

Già in altre occasioni questo Coordinamento ha sollevato problemi connessi alla sicurezza, come lo scorso anno, quando abbiamo sostenuto la causa del sindacato di polizia per avere una nuova sede del Commissariato. Adesso ci preme segnalare un grave disagio avvertito, in primo luogo nella città di Lentini, per la mancata messa in funzione di diversi impianti semaforici e, in primo luogo, di quello che si trova all’intersezione tra via Etnea e il quartiere Santuzzi, territorio di Carlentini.

Sono ormai tre mesi che il semaforo è spento in una zona ad alta intensità di traffico senza – per quello che ci risulta - che la cosa abbia mosso l’interesse di qualche consigliere comunale dei due comuni. Adesso il problema si è acutizzato in seguito alla riapertura delle scuole. Sono centinaia i giovani che, due volte al giorno, in motorino o a piedi, si recano da Santuzzi al Polivalente attraversando quell’incrocio pericolosissimo.

Pertanto, se non vogliamo aspettare che accada l’irreparabile, facciamo appello alla sensibilità dei sindaci dei due comuni, primi responsabili della sicurezza e della salute dei loro cittadini, per porre rimedio in tempi brevissimi al problema.

[Consorzio CO.S.E.L.. Democrazia Solidale, Associazione “NEAPOLIS”, Associazione “Manuela e Michele”, P.A.C.E., Associazione “OpenHouse”, Condotta Slow Food Lentini, Federcasalinghe, MASCI (Scout adulti), Tribunale per i diritti del malato, riuniti nel Coordinamento Locale per lo Sviluppo sostenibile]

LENTINI 8/10/2010

Per il Coordinamento Paolo Ragazzi


Rispondere all'articolo - Ci sono 0 contributi al forum. - Policy sui Forum -