Sei all'interno di >> GiroBlog | Schizzi & Ghiribizzi |

Schizzi&Ghiribizzi n. 110 - Cronache da VLS1929. Cementare?

di Franco Novembrini - mercoledì 31 marzo 2021 - 413 letture

Il giornale on line di riferimento della Giunta di VLS1929 nel suo ultimo numero è uscito con un solo articolo che parla di un’area certamente non usata al meglio delle sue possibilità che apparteneva ad una ditta, chiusa da anni, che trattava le terre per forme di colata per stampi. Il terreno ed i vecchi locali sono ora utilizzati da una cooperativa di assistenza per disabili ed alcuni locali sono usati sempre dalle stessa per scopi di socializzazione di persone fragili ed anziani, gran parte del terreno è in uso come deposito di materiale comunale. Francamente andrebbe riadattato e ammodernato ma con gli stessi scopi. Rendendo facilmente accessibile da parte degli anziani l’ingresso al cinema Astrolabio, praticamente attiguo, usato per diversi scopi che vanno dal teatro al cinema ai congressi.

Qui però cominciano i guai perché la società che gestisce i contigui campi di calcio, da tennis ed piste per allenamento e nelle cui vicinanze dovrebbe sorgere la costosa tensostruttura dello sport, nei mesi di luglio ed agosto chiude i battenti per ragioni di sicurezza. Bene in questo articolo si fa un po’ la storia del terreno e della sua acquisizione da parte del Comune negli anni ’80 e della volontà odierna di farne qualcosa di più moderno e prestigioso per il nostro Comune. Una parola però mi ha lasciato qualche dubbio, cioè che la cosa dovrebbe essere fatta con l’intervento del privato. Ora quando un ente pubblico invoca tale collaborazione spesso succedono cose che vanno a scapito del pubblico. Assistiamo da anni ad una espansione di Monza e vediamo cementificare il territorio in maniera preoccupante e la cosa mette in crisi il quieto vivere di certi paesi con perdita del verde e aumento caotico del traffico il quale crea problemi anche salute, peggiorano i collegamenti e le possibilità di parcheggio, cosa oggi riscontrabile in molte zone di VLS1929. Spero che le opposizioni in Comune facciano il loro dovere e non si ripetano gli ecomostri e le Lerciocity che ricordiamo. Il titolo dell’articolo è "Terre di mezzo’’ che non mi pare molto felice perché assomiglia al "mondo di mezzo’’.

LA TENSOSTRUTTURA - Nelle vicinanze delle "terre di mezzo’’ dovrebbe nascere la famosa tensostruttura dello sport che, come ho scritto in precedenza, doveva esser un modesto riparo per i ragazzi che facevano sport e il costo era molto contenuto. La sua lunga gestazione ne ha fatto crescere i costi, che si avvicinano al mezzo milione di euro e le dimensioni alle quali, come ebbe a sospettare un consigliere comunale, sarebbero dedicati dei futuri parcheggi che si dice vengano fatti per i frequentatori del cimitero, cosa che francamente non mi sembra giustificabile. Non vorrei fare dello spirito ma in tempi di pandemia che non si sa quando finirà e più che altro come finirà penserei di sospendere un tale progetto e i fondi utilizzarli in altri servizi di cui avremo certamente bisogno.

LE CENTENARIE - Questa settimana sono comparse sui giornali quattro concittadine centenarie, alle quali faccio migliori auguri, che protestavano vivacemente perché non erano state ancora vaccinate. La cosa mi ha intristito perché in un paese dove si dice di tenere molto alla salute degli anziani trovarne quattro, per ora, di 100 e passa anni non ancora vaccinate è cosa gravissima. Ora chiedo che la Giunta, il sindaco e l’assessore alla partita non si limitino a generiche doglianze nei confronti della Regione che a sua volta scarica sul Governo, che a sua volta da la colpe ai partiti i quali sono poi gli stessi che governano i comuni e siano disposti a prendere iniziative forti prima che si leggano sui giornali titoli che tal dei tali è volato in cielo o si è spento o altri "coccodrilli’’ insulsi. Aiutiamo gli anziani magari facendo qualcosa di meno burocratico, senza aspettare l’aiuto di Striscia la Notizia.

IL 25 APRILE - Manca meno di un mese alla festa della Liberazione del 25 Aprile e suppongo che le manifestazioni, per quanto possibile, saranno fatte nella solita maniera ed io, come iscritto all’ANPI, non me la sento di celebrare tale festa davanti ad un monumento nel quale da molti anni sono inseriti i nomi di due repubblichini, collaboratori e complici dei nazifascisti. Spero che questa volta non vada così e se i nomi saranno ancora presenti di fare una manifestazione molto più modesta ma vera in altro luogo, magari nella piazzetta intitolata alla partigiana Nazarena "Zena’’ Carnicielli. Senza polemiche ma per una semplice opera di onestà e pulizia morale e politica.


Rispondere all'articolo - Ci sono 0 contributi al forum. - Policy sui Forum -