Sei all'interno di >> GiroBlog | Schizzi & Ghiribizzi |

Schizzi&Ghiribizzi. Nr. 63. Senti chi parla (3). Notizie di varia disumanità.

di Franco Novembrini - martedì 28 aprile 2020 - 1239 letture

La lista del Senti chi parla si arricchisce ogni settimana. Ne faccio un brevissimo elenco.

Paola Binetti- Scommetto che molti di voi si erano dimenticati delle intemerate della senatrice Paola Binetti, allora eletta nelle liste del Pd, contro ogni proposta che non andasse bene alla Cei di qualche anno fa, quella oscurantista dei tempi del berlusconismo trionfante. Oddio non è che ora brilli per comportamenti illuminati. Orbene la nostra senatrice ora in quota Udeur, ha colto la ghiotta occasione di straparlare della volontà del governo Conte di conculcare le sue libertà religiose, ovviamente omettendo che la proibizione di celebrare messe e processioni sia stata avallata da vicario di Cristo, con residenza nella città del Vaticano e ’’democraticamente eletto’’ in un regolare Conclave. Ma si sa la nostra Paola era in mancanza di visibilità e io sostengo, malignamente, che se dovessimo andare a nuove elezioni difficilmente troverebbe chi potrebbe metterla in lista. Facendo queste dichiarazioni si è trovata in sintonia con dei cattolici di chiara fama come i due Mattei, neo fascisti ed altri che vorrebbero la riapertura delle chiese, che non sono mai state chiuse, ma nelle quali sono vietati gli assembramenti come in tutta Italia. Nessuno vieta alla senatrice ’’ciliciata’’ di ascoltare e partecipare alla messa sulle onde di Radio Maria o delle tv che le trasmettono fra le quali ora anche il primo canale della Rai.

Irene Pivetti - La signora Pivetti sono sicuro che ve la ricordate in molti. Fu nominata dalla Lega, con il sostegno dei ferventi cattolici che andavano dai puttanieri pluridivorziati ai pluridivorziati semplici, ma coerentemente contrari al divorzio degli altri. La signora si distinse subito per le sue preferenze per il vescovo scissionista Lefebvre il quale era contrario alla chiesa postconciliare e celebrava la messa in latino, cioè in romano antico. Epica la sua lotta contro il cardinal Martini di Milano. Dopo i suoi due divorzi e il suo periodo di ’’panterona’’ in tv, in questi giorni ha subito un sequestro, da parte della Gdf, di milioni di mascherine importate dalla Cina e messe in vendita nelle farmacie a prezzi da mercato nero. Ovviamente anche questo è colpa del governo Conte, cioè un attacco al libero mercato.

Emanuele Macaluso - Il 96enne Macaluso si è risvegliato da un lungo periodo di afonia e, facendo parte della scuderia milanese dei ’’piglioristi’’ e dei sostenitori di Re Giorgio ’’due mandati’’, attualmente silente ma che fa sentire le sue indimenticabili rampogne tramite i suoi compagni di avventure, insieme hanno attraversato tutte le epoche del Pci, esclusa la Resistenza. Ora si stanno risvegliando e si accorgono che Salvini e la Meloni sono sostenuti dai nipotini dei ’’ragazzi di Salò’’ (copy Violante). Macaluso ha usato parole durissime che non aveva mai usato nella sua lunghissima carriera di sindacalista siciliano e di comunista. Appunto nella sua brillante carriera si è sempre pentito di certe posizioni, ma naturalmente usando i tempi biblici che lo mettevano al riparo da incidenti di percorso con pentimenti subitanei che avrebbero potuto intralciarne la carriera.

Questa ultima scoperta era a conoscenza da decine di anni da tutta Italia, ma il buon Emanuele se ne accorge solo ora. Poteva farlo quando il rampante Gerundio (Violante) definiva ’’ragazzi di Salò’’, cioè una certa quantità di feccia italiana dedita alla delazione e al servilismo dell’occupante nazista. Come si fa a non accorgersi dello sdoganamento di criminali appartenenti alle bande Carità, alla Muti e anche alla X Mas, i cui eredi, se non gli stessi aguzzini, sono comparsi in ogni tentativo di golpe o di strage al soldo di questa o quella potenza? Comunque meglio tardi che mai!

Nelle notizie di varia disumanità compaiono le dichiarazioni che dalla Regione Lombardia sono partite indicando, chi salvare e chi no, una specie di selezione già storicamente provata e che, anche se alla lontana, ricordano un progetto nazista definito T9 nel quale persone ritenute inabili al lavoro sparivano in certe case di cura in cui venivano ricoverati e dalle quali poi tornavano come ceneri che le famiglie dovevano pagare in quanto erano state cremate a spese dello stato.

Il fenomenale risolutore di ogni problema, Guido Bertolaso, richiamato dall’Africa per risolvere il problema pandemia è sparito dai radar e il risultato del suo intervento è in linea con i precedenti, cioè ha aggravato il problema e creandone altri. Quello che mi meraviglia è il fatto che data l’età ha contratto il Coronavirus ma ha trovato tamponi a iosa ed è guarito. Anche qui si deve fare una postilla la stessa cosa è successa a molti politici anche anziani e per loro non sono mancati posti letti e tamponi e medici a disposizione. Essendo vecchio, malpensante e sospettoso ho il dubbio che spesso tutto questo non sia completamente vero. In Italia i politici non hanno mai avuto corsie preferenziali!

Il presidente degli Usa dichiara che ai malati di Covid-19 si potrebbero fare delle iniezioni di disinfettanti o di candeggina, ma la cosa viene quasi passata sotto silenzio dalla occhiuta stampa nostrana, tutta dedita alle malefatte cinesi, cubane e russe. La cosa invero non è una novità e forse Trump si sarà fatto tradurre, visto che non conosce il tedesco, i risultati degli esperimenti del dottor Mengele che usava involontari ospiti di certi lager.

Ultima perla della nostra stampa è che gli aiuti di paesi comunisti servono agli stessi per fare dello spionaggio tramite leequipes mediche. Ho motivo di credere che tramite i Savoini e Salvini che sono andati negli ultimi paesi comunisti non ci sia bisogno di quello che potrebbero scoprire medici ed infermieri di quei paesi.



Rispondere all'articolo - Ci sono 0 contributi al forum. - Policy sui Forum -