Sei all'interno di >> GiroBlog | Quisquilie & pinzellacchere |

Schizzi&Ghiribizzi. Nr. 59. Credenti e creduloni

di Franco Novembrini - martedì 7 aprile 2020 - 282 letture

Nell’ultimo pezzo di S&G ho cercato di fare un ritrattino molto sommario di alcuni politici di lunga navigazione e di pessima reputazione che non perdono nessuna occasione, sempre con giornalisti e cameramen al seguito, di dire la loro, sperando che molti si scordino cdi ciò che hanno apoditticamente affermato pochi mesi, a volte giorni, prima. Cerco di integrare la lista con altri nomi che vanno per la ’’minore’’ di questi tempi. Sostengo la ’’minore’’ in quanto quando vedono la loro popolarità scendere si infiammano con parole tanto altisonanti quanto false e vacue.

Carlo Calenda e Luca Cordero di Montezemolo -Malgrado le loro a volte confessate ammissioni di aver fatto delle solenni cazzate, si ripropongono come una peperonata rancida, pontificando dal basso dei loro sondaggi su riprese miracolose di un Italia che esiste solo nella loro cerchia familiare o, al più, estensibile agli amici in altri ambienti chiamati compari di merende.

Emma Bonino, la signora col turbante - Di Emma Bonino bisogna parlare solo degli ultimi venti anni o giù di lì perché raccontare la sua 45ennale carriera per i diritti civili e i rovesci elettorali porterebbe a dover usare l’intero spazio del nostro ’’Girodivite’’. E’ sempre stata contro i politici eterni e senza ricambi e infatti come accennato è da 45 anni che lo ripete agli altri. La con-turbante signora è stata con Berlusconi, dell’Utri, ed altre poco raccomandabili persone, con Bossi e la peggiore destra italiana che la fecero eleggere come commissario europeo, carica dalla quale si dimise in seguito ad uno scandalo di un suo assistente. Ha girovagato per tutto arco costituzionale e non.

Ha perso quasi tutte le sfide elettorali, ha votato la legge Fornero, contro l’articolo 18 che dava libertà ai padroni di licenziare dipendenti senza valido motivo. La sua radio ha sempre avuto sostanziosi, benché liberista e libertaria, finanziamenti statali. Il suo gruppo ha venduto le frequenze radio ed alcuni immobili pagati con il finanziamento ai partiti e lei ha subito una condanna da parte del garante della privacy per un uso disinvolto dei numeri telefonici e degli indirizzi di ignari cittadini. Per coerenza è stata ministro degli Esteri in un governo di sinistra, se il PD si può definire sinistra, perché parla l’arabo.

E’ stata sostenitrice della guerra del Kosovo e dell’invasione USA dell’Afghanistan, essendosi però sempre dichiarata pacifista. Anni fa si distinse con una dichiarazione che voleva abolire la Sanità pubblica e farne una solo privata. Alle ultime elezioni si è presentata con una lista civetta dal nome altisonante ’’+Europa’’ ma non ha superato il 2%. Che dire? Sono sicuro che ne sentiremo ancora parlare. Del resto sa bene di essere uno dei personaggi i quali, una volta lasciata la politica, chi se li ricorda più?

Matteo Salvini e Barbara d’Urso - Confesso che mi sono perso la ’’preghiera’’ dei due in favore di telecamere ma conto di poterla vedere fra qualche tempo quando sarà il momento di ricordare cosa è successo in questo periodo, un po’ come rivedere Mussolini dal famoso balcone che dichiara guerra alla Francia ormai in mano ai nazisti e alla Perfida Albione o, meglio ancora, quando ’’mascellone’’ dichiarava di voler spezzare le reni alla Grecia. I risultati poi si sono visti a Dongo. Ma torniamo ai nostri eroi piangenti e imploranti, dimentichi di avere situazioni familiari che da un punto di vista religioso sono perlomeno discutibili, ma del resto il padrone di casa delle loro tv anni prima dichiarava, ascoltato, di essere un unto del Signore, loro sono i bisunti. L’unica cosa in cui Matteo è stato male interpretato e quando ha detto che la scienza non bastava e bisognava implorare anche l’aiuto della Vergine Maria, ecco qui se lo lasciavano finire, avrebbe aggiunto anche il cognome: De Filippi, sì, e san Giuseppe, il piduista Costanzo.



Rispondere all'articolo - Ci sono 0 contributi al forum. - Policy sui Forum -
Versione per la stampa Versione per la stampa
Ricerca
Inserisci la parole da cercare e premi invio

:.: Articoli di questo autore
:.: Articoli di questa rubrica