Sei all'interno di >> GiroBlog | Quisquilie & pinzellacchere |

Schizzi&Ghiribizzi. Nr. 32. Se potessi... Vespa 1, il confessore. Vespa e Matteo Renzi. Salvini e i 5 del brainstorming.

Se potessi avere il potere di far credere che una manifestazione dei ’’gilet gialli’’ fosse avvenuta ad Hong Kong e una dei manifestanti cinesi in Francia, sarei curioso...
di Franco Novembrini - mercoledì 25 settembre 2019 - 467 letture

SE POTESSI... - Se potessi avere il potere di far credere che una manifestazione dei ’’gilet gialli’’ fosse avvenuta ad Hong Kong e una dei manifestanti cinesi in Francia, sarei curioso di leggere ed ascoltare i commenti dei giornalisti italiani, di fronte agli interventi identici delle due polizie. Il perché di tale curiosità consiste nel fatto che negli stessi giornali i proiettili di gomma, le manganellate, gli arresti di massa sono trattati in maniera molto diversa, anche nell’aggettivazione.

La polizia in Francia, come in Italia, viene chiamata forze dell’ordine, ad Hong Kong no. Le devastazioni, gli assalti alle banche, gli incendi in Francia sono opera di teppisti e dei black bloc, che sono come il prezzemolo vanno dappertutto, ma nell’Impero Celeste diventano audaci studenti. Ricordo che a Genova, a favore di telecamere, si vedevano dappertutto, ma non ne fu arrestato nessuno. Infatti la polizia fu ’’costretta’’ a fare un blitz notturno in una scuola e la storia è conosciuta. Sono quasi sicuro che se l’esperimento della sostituzione riuscisse molti giornalisti scriverebbero cose interessanti.

VESPA 1, IL CONFESSORE - Giorni fa a quella che l’Inquisitore Vespa continua a definire un’intervista, una signora che ha rischiato di essere uccisa dal compagno che aveva lasciato e al quale la legge italiana permette di non stare in carcere, perché l’operazione non è riuscita, dandogli una seconda chance. Orbene la signora in questione ha dovuto subire le domande (!?) del giornalista che assomigliavano più ad allusioni e ai suoi sorrisetti di compatimento. Qualcuno ha fatto a Vespa la cosa e lui ha risposto che aveva ricevuto i complimenti per la bella intervista. La signora ha seccamente smentito che i ventilati complimenti siano stati fatti da lei. Voi a chi credereste?

VESPA E MATTEO RENZI - La novità della settimana è che Renzi ha fondato un nuovo partito e da chi poteva andare per dare la inaspettata (sic!) novella? Ma da Bruno Vespa. Sapendo che Renzi, come molti politici, lo scelgono per la sua spietata serie di domande che non lasciano scampo a chi ha ambizioni di comando. Pare che molti ascoltatori, non potendo reggere alla crudezza della domande abbia preferito cambiare canale e premiare la notizia che segue. Quello che mi ha stupito sono le dichiarazioni di dirigenti del PD che non si aspettavano la scissione, bastava credere il contrario di ciò che Matteo andava dicendo ed avrebbero avuto un quadro chiaro. E pensare che questi politici ci stanno governando.

SALVINI E I 5 DEL BRAINSTORMING- Siccome al peggio, in Italia, non c’è mai fine Matteo Salvini, che non accetta di farsi intervistare da certi giornalistucoli, ha coraggiosamente sfidato in un’ordalia una cinquina di personaggi con cui confrontarsi. Avverto che i nomi sono roba forte e la trasmissione di cui erano ospiti era da far tremare i polsi. Dopo questi avvertimenti passo ad elencare i presenti: Matteo Salvini, l’intervistato; Barbara D’Urso, la moderatrice e gli ospiti Asia Argento, Alba Parietti, Iva Zanicchi, Alda D’Eusanio e ospite straniero Idris. Capirete che fare la cronaca di una tale trasmissione è cosa superiore alle mie forze, ragion per cui lascio alla vostra immaginazione lo sforzo che l’ex ministro di tutto, escluso il Viminale, ha dovuto fare per contrastare questa tempesta di cervelli. Vorreste sapere come è finita? Ma usate un po’ di fantasia, poffarbacco!



Rispondere all'articolo - Ci sono 0 contributi al forum. - Policy sui Forum -
Versione per la stampa Versione per la stampa
Ricerca
Inserisci la parole da cercare e premi invio

:.: Articoli di questo autore
:.: Articoli di questa rubrica