Sei all'interno di >> GiroBlog | Quisquilie & pinzellacchere |

Schizzi&Ghiribizzi. Nr. 26. Madonne d’oro, bianche, nere e madonnari

Questa settimana vorrei, con il massimo rispetto, scrivere di varie Madonne e madonnari...
di Franco Novembrini - mercoledì 5 giugno 2019 - 583 letture

Questa settimana vorrei, con il massimo rispetto, scrivere di varie Madonne e madonnari. Sia chiaro che non intendo alludere a quelle sante icone in cui i cristiani, delle varie declinazioni, credono ed alle quali si raccomandano in ogni situazione di bisogno, anche se, devo dire negli ultimi decenni la hanno fatta da padrone nuovi santi e nuovi santuari in cui la Madonna appare un po’ troppo frequentemente, quasi a comando, ed a volte a personaggi piuttosto improbabili.

La mia attenzione è rivolta all’uso politico che viene fatto della Beata Vergine, di suo figlio e dei simboli che andrebbero usati privatamente e non ostentati dai palchi dei comizianti, anch’essi spesso discutibili.

MADONNINA D’ORO - In uno degli ultimi comizi di Matteo Salvini, in piazza Duomo a Milano, l’oratore, agitando anche un rosario e per la verità sarebbe più giusto dire che lo brandiva, ha indicato la ’’...bela Madunina... tutta d’oro e piscinina...’’, che poi tanto piccola non è, superando i 3 metri, invocandola a protezione di una Italia leghista. La cosa non è piaciuta molto alla gerarchia ecclesiastica e certo in Europa non fa fare una bella figura, anche perché incrementa certi stereotipi dell’italiano cattolico osservante sì, ma senza andare in chiesa, contro il divorzio e il concubinaggio, come lo chiamano alcuni, solo se usato dagli altri.

MADONNE NERE - Sempre al riguardo di Matteo Salvini debbo dargli una ferale notizia, in Lombardia, Piemonte e Veneto, solo citando i maggiori santuari, ce ne sono più di 20 dedicati a delle Madonne nere che, per inciso, sono diffusissime in tutto il mondo e non mancano in molti stati sovranisti europei. La più famosa ed eletta come somma protettrice della Polonia da papa Giovanni Paolo II, quella di Czestokova ha anch’essa la pelle nera. Io credo che questo dovrebbe bastare per capire che la fede non guarda al colore della pelle, anche perché, come viene affermato dalla Bibbia e dai Vangeli, essendo la Vergine nata in Palestina non dovrebbe avere avuto un aspetto tendente al bianco, ma piuttosto allo scuro.

MADONNE BIANCHE - Sarà stato un caso, anche perché negli scorsi anni mi pare sia già stata portata nel mio paese, ma durante la settimana conclusiva delle elezioni comunali, stravinte dalla coalizione del sindaco uscente, la Madonna delle Lacrime di Siracusa è stata ospitata nella chiesa principale nel centro della nostra cittadina. Il pomeriggio di sabato 25 maggio, giorno di silenzio elettorale, c’è stata una partecipata processione che, ad alcuni vecchi come me, ha ricordato gli anni ’50 quando i pellegrinaggi di Madonne piangenti, spesso concomitanti con le elezioni viaggiavano per l’Italia. Allora c’era un animatore che aveva fondato i comitati civici di Luigi Gedda. Costui fu un medico dalle posizioni piuttosto discutibili circa le razze e l’ereditarietà. Ma erano altri tempi.



Rispondere all'articolo - Ci sono 0 contributi al forum. - Policy sui Forum -
Versione per la stampa Versione per la stampa
Ricerca
Inserisci la parole da cercare e premi invio

:.: Articoli di questo autore
:.: Articoli di questa rubrica