Sei all'interno di >> :.: Primo Piano | Attualità e società |

Scarpe da basket e pur bisogna andar...

La rivoluzione del mercato USA vale 14,98 dollari. Il prezzo delle Starbury One le nuove scarpe lanciate dalla star del basket Stephon Marbury, ex ragazzo dei ghetti
di Ugo Giansiracusa - mercoledì 4 ottobre 2006 - 14102 letture

Si può fare. Lo dice Stephon Marbury, famosa star della NBA americana che ha offerto la sua immagine e la sua firma per pubblicizzare una linea di scarpe e vestiti low cost. Se per comprare le scarpe firmate da Jordan, in coppia alla multinazionale Nike, bisogna spendere 125 dollari, per le Starbury One di Marbury bastano appena 14 dollari e 98 cents. Bisogna dirlo, a volte, quel grande essere con svariate teste che è il capitalismo USA ci stupisce per la sua capacità di combattersi dall’interno, di rivoluzionare il proprio modo di essere partendo dalle stesse basi che fino a quel momento erano stati i suoi pilastri. Crea una scarpa che sia un simbolo, falla firmare da una grande star, lanciala nel mercato e qualsiasi sia il costo vedrai che avrà un gran successo.

Già. Ma quando invece di farsi pagare milioni di dollari, la star, fa il tutto gratuitamente o quasi, ecco che si possono avere un paio di scarpe per soli 15 dollari. Cioè alla portata di quasi tutti i ragazzini americani, compresi quelli dei ghetti neri, come quello di Coney Island, in cui è nato e cresciuto lo stesso Marbury, sognando un giorno di poter avere un paio di quelle scarpe, firmate da Jordan, che i suoi non potevano comprargli.

Sia le scarpe di Jordan che quelle di Marbury sono fatte in Cina, ovviamente. Vi rimandiamo alla lettura di No Logo di Naomi Klein per avere un’idea di cosa questo significhi. La differenza è che per avere Jordan come testimonial la Nike sborsa una tale quantità di denaro da far lievitare i prezzi delle scarpe bel al di là del loro valore effettivo. Per le Starbury One, invece, non si fanno campagne pubblicitarie miliardarie, non si paga Marbury per fare da testimonial e non si allestiscono punti vendita miliardari nel cuore delle più grandi città del mondo. Qual è il risultato? 110 dollari in meno per avere un paio di scarpe ai piedi. E considerando che negli USA non sono stati pochi i ragazzini accoltellati per rubargli delle costosissime scarpe capirete bene che la differenza non è solo economica ma sociale.

“Volerete senza sforare il budget” è l’emblematico slogan di queste nuove scarpe (forse dovremmo dire filosofia di mercato). Il simpatico Marbury, che già paga alcuni barbieri del vecchio quartiere per tagliare gratuitamente i capelli ai ragazzini, nelle sue dichiarazioni alla radio pubblica si lancia nel profilare una sorta di rivoluzione del modo di concepire l’economia. Non sappiamo se questa operazione avrà un futuro. Sappiamo che la Nike, l’Adidas, la Puma, stanno già cominciando a cercare delle contromisure, denunciando all’opinione pubblica che le Starbury One costano così poco grazie allo sfruttamento del lavoro senza regole delle fabbriche cinesi.

Avete letto bene. Lasciamo a voi di apprezzare la sottile ironia di queste accuse (magari anche vere) fatte da chi non ha neanche una fabbrica… affidando tutta la produzione dei loro prodotti in sub appalto ad altre ditte, lavandosene le mani. Dove vengono fatti i loro prodotti? Chi li fabbrica? Quanto vengono pagati i lavoratori? Quante ore lavorano? Non sono affari loro. Nessuna responsabilità. Divertente, no? Ma queste sono cose vecchie… ormai dovrebbero saperle anche i bambini. Magari quegli stessi bambini che adesso potranno avere un paio di scarpe “fighe” senza dover chiedere ai genitori un anticipo di 400 paghette settimanali.

Di economia io magari non ci capisco nulla. Eppure mi sono sempre scandalizzato nel vedere un paio di scarpe con cartellini del prezzo che fanno impallidire le gioiellerie… ben vengano quindi persone come Marbury, ben vengano le Starbury One, ben venga qualsiasi cosa che possa far capire, all’opinione pubblica, che ci sono dei metodi e dei modi alternativi per fare mercato o semplicemente per fare scarpe.


Rispondere all'articolo - Ci sono 1 contributi al forum. - Policy sui Forum -
Scarpe da basket e pur bisogna andar...
8 ottobre 2006, di : enzo maddaloni

HAI PERFETTAMENTE RAGIONE! MIO FIGLIO (15 ANNI) GIOCA A BASKET DA QUANDO ERA UN PULCINO E NE HO COMPRATE ALMENO UN PAIO ALL’ANNO DI SCARPE DA BASKET NEGLI ULTIMI 7/8 ANNI. L’ULTIMA VOLTA PERO’ DOPO AVER CONTROLLATO IL CARTELLINO: 200 EURO (CHE SONO MOLTI DI PIU’ DI 120 DOLLARI) SONO ANDATO SU EBAY E LE STESSE SCARPE (NIKE) ME LE SONO FATTE ARRIVARE (CON MIA SOMMA MERAVIGLIA) PER POSTA AEREA DIRETTAMENTE DA UN NEGOZIO IN AMERICA A 49 DOLLARI TUTTO COMPRESO PARI A (MI SEMBRA) 35/40 EURO.

CARI RAGAZZI SI PUO’ RISPARMIARE!

BENVENUTA QUINDI LA NUOVA SCARPA A 15/18 DOLLARI FACCI SAPERE DOVE LA POSSIAMO TROVARE ?

    Scarpe da basket e pur bisogna andar...
    9 ottobre 2006, di : Ugo Giansiracusa

    Well, I just got word that when the Steve and Barry’s store in Manhattan Mall opened this morning, there were about 500 people in line outside the store. The people came charging in when the doors opened, and the store completely sold out of Steph’s shoes. Really.

    queste le parole di un blogger che sta cercando di comprare le starbury one negli USA. CRedo che Stephon non si sia associato ad una grande multinazionale per il lancio di queste scarpe e che non abbiano una grandissima distribuzione. Insomma non credo arriveranno in italia. Comunque ho provato a guardare su ebay e li le dovresti trovare, anche se forse a qualche dollaro in più. Comunque a prezzi ragionevoli.

    Scarpe da basket e pur bisogna andar...
    8 dicembre 2006, di : federico

    Benissimo, ma dove possiamo trovarle? Federico-Verona
    Scarpe da basket e pur bisogna andar...
    16 dicembre 2006, di : Ugo Giansiracusa

    Le starbury one sono in vendita solo negli usa e solo nei negozi steve & barry’s... che non hanno servizio di vendita on line... al momento, quindi, l’unica possibilità di acquisto delle starbury one, in italia, sono siti di aste come e-bay... mi spiace ma non ho altre dritte da suggerire...
    Scarpe da basket e pur bisogna andar...
    14 marzo 2007, di : JO

    IO VORREI COMPERARLE A MIO FIGLIO, DAMMI UNA DRITTA DI COME FARE