Sei all'interno di >> :.: Culture | Musica |

"Salvamm’o munno" con la musica

"Salvamm’o munn" è l’ultimo lavoro dell’artista partenopeo Enzo Avitabile. Pubblicato nel 2004 rappresenta l’orientamento verso la multiculturalità che sta distinguendo gran parte della produzione musicale non commerciale...

di Manuela Boccone - mercoledì 9 marzo 2005 - 9848 letture

Le differenze dividono i popoli, la musica le sfrutta per unirli, un intreccio di voci e di suoni che si eleva come un’unica preghiera rivolta a tutti gli uomini di buona volontà perchè salvino il mondo.

"Salvamm’o munn" è l’ultimo lavoro dell’artista partenopeo Enzo Avitabile. Pubblicato nel 2004 rappresenta l’orientamento verso la multiculturalità che sta distinguendo gran parte della produzione musicale non commerciale di questi ultimi anni.

Avitabile abbraccia così la world music e la peculiarità di questo album la si coglie subito al primo sguardo ancor prima del primo ascolto. Sulla copertina il nome dell’artista è affiancato da quello dei Bottari di Portico, paese di campagna in provincia di Caserta. I Bottari tramandano una tradizione contadina musicale antichissima: producono ritmo percuotendo botti, tini e falci. Usanza arcaica utilizzata per scacciare gli spiriti maligni dalle cantine e per propiziare un buon raccolto.

In "Salvamm’o munn" il ruolo dei Bottari resta immutato nel rispetto della storia ma qui gli spiriti maligni che popolavano le fantasie dei contadini si trasformano nelle sofferenze del mondo con l’auspicio che la musica servi ad unire i popoli per "costruire" una globalizzazione corretta e che non evidenzi ulteriormente i divari economici e politici già esistenti.

Avitabile si è avvalso anche della collaborazione di altri artisti della musica popolare italiana, portatori di una ricchezza culturale e storica unica ed originalissima: i Cantori del Miserere di Sessa Aurunca tipici della Settimana Santa della Campania del 1500, Zi Giannino Del Sorbo espressione vocale del Canto a Fronna, e Luigi Lai con le sue Launeddas, strumenti a fiato provenienti dalla Sardegna e di origine antichissima.

Le partnerships continuano con artisti internazionali provenienti dai "Sud" del mondo: il sassofonista camerunense Manu Dibango, il sudafricano Hugh Masekela con la sua tromba, la cantante tunisina Amina, il violinista palestinese Simon Shaheen, gli egiziani BACHIR MIZMAR BRASS BAND, il musicista del Mali BABA SISSOKO,ed infine il famosissimo KHALED dall’Algeria.

I brani sono tutti carichi di emozioni, i testi impegnati e le musiche fuori dai soliti parametri.

Gli artisti possono assumere un ruolo sociale determinante denunciando le ingiustizie, ma possono fare molto di più contribuendo a sostenere delle giuste cause come è accaduto con "Salvamm’o munn" i cui introiti sono stati in parte destinati ad Amnesty International a favore dei bambini soldato.

"Salvamm’o munn" è acquistabile presso la Feltrinelli al prezzo politico di 8 €. Pubblicato da "Il Manifesto".


Rispondere all'articolo - Ci sono 8 contributi al forum. - Policy sui Forum -
> "Salvamm’o munno" con la musica
10 marzo 2005, di : Max

clap clap.sempre + brava
> "Salvamm’o munno" con la musica
11 marzo 2005, di : giovanni

come al soltito 10 + e forse e pure poco io questo album non me lo sono fatto scappare per niente al mondo ero curioso di conoscere questeo nuovo progetto portato avanti da Enzo Avitabile e sono rimasto soddisfattissimo e poi e sempre bello ascoltare la musica delle nostre zone O NO (per quanto riguarda il gruppo che ti dicevo penso che ne ha i gia sentito parlare sono iKrikka reggae per iformarti meglio www.kirikka reggae .it)
> "Salvamm’o munno" con la musica
11 marzo 2005, di : giovanni

questa sera qui a potenza ci sarano le selezzioni per l’Arezzo Wave e ti farò sarere di qualche altro gruppo delle mie zone e poi se ti ineressa suoneranno i folkabbestia al quartiere fieristico di potenza al se ti va al più presto ti faccio sapere con precisione la data ok se pui farmi sapere al piu restao ciao Salvamm’o munno w la musica del sud italia
    > "Salvamm’o munno" con la musica
    11 marzo 2005

    i krikka reggae li ho sentiti una volta ma non li ricordo xkè è passato un bel pò di tempo...spero di trovare un loro cd cmq. x quanto riguarda i folkabbestia essendo miei concittadini spero di riuscire a sentirli qui a bari, tra l’altro proprio stamattina ho sentito "live" il loro violinista che ha suonato con dei miei amici x la campagna elettorale di vendola.

    Grazie 1000 x la lettura e i complimenti. Manu

> "Salvamm’o munno" con la musica
12 marzo 2005, di : giovanni

13 marzo (domani) al quartiere fieristico efab di tito scalo
> "Salvamm’o munno" con la musica
12 marzo 2005, di : giovanni

perchè non faoi un bel articolo sul l’ultimo dei 24 grana?merita fidati pensaci ok ciao
    > "Salvamm’o munno" con la musica
    12 marzo 2005, di : Manu

    grazie x l’info del concerto ma domani non mi è possibile venire fino a potenza. Grazie anche per il consiglio riguardo i 24 grana che conosco ma non benissimo (ho solo un loro album) Buon week end e soprattutto divertiti al concerto dei folka!
> "Salvamm’o munno" con la musica
15 marzo 2005, di : giovanni

Il concerto dei folka : uno spettaccolo eccezionale come da copione passa il tempo ma loro restano sempre gli stessi . se ti serve un po di materiale sui 24 grana te lo posso spedire io per posta no problem basta che mi fai avere un tuo recapito ok
    > "Salvamm’o munno" con la musica
    15 marzo 2005, di : Manu

    ti ringrazio per la disponibilità. Se non riesco a reperire altri album dei 24 grana ti faccio sapere ; ) proprio ora su radio popolare network ci sono i folka a presentare il nuovo cd...sono simpaticissimi. spero di risentirli al + presto dal vivo.
> "Salvamm’o munno" con la musica
16 marzo 2005, di : ely

brava manu...mi piace tanto!ely
alla faccia del "Salvamm’o munno" con la musica
5 settembre 2005, di : slowhand1980

Ammiravo, anzi, ammiro questo artista da anni e non mi perdo mai una data quando è in zona. Ma sabato sera è successa una cosa molto spiacevole. Una persona di mia conoscenza, grandissimo fan, anzi, si può dire innamorato di Avitabile, era sotto il palco a dimenarsi per il suo artista preferito. Non volendo in un momento di enfasi si lascia sfuggire il cellulare che finisce sul palco ai piedi di Avitabile. Questo oltre ad appellarlo volgarmente in malo modo, lo costringe a salire sul palco a riprendersi il telefono, dicendogli "Tu queste cose a me non le fai!". Non gli ha lasciato modo di replicare, anzi, più tardi chiamandolo al lato del palco, durante un assolo di percussioni, gli ha detto che è meglio che non andava più ai suoi concerti, altrimenti lo avrebbe fatto menare dai suoi. Sottolineo che il mio conoscente è un Magistrato! Ma più di questo fa male sapere che un artista che si occupa di problemi come la fame, la palestina, la pace scenda a questi livelli senza lasciare il diritto di replica!!! Se capiva che tutto era successo per il troppo amore di un fan!
    > beh non c’è ke dire...
    6 settembre 2005

    ...a volte gli artisti si montano la testa e non c’è modo di farli scendere dal piedistallo su cui si sono messi. X quanto mi riguarda ammiro Avitabile come tanti altri artisti x la loro musica ma il rispetto x le persone (chiunque sia...magistrato, operaio, disoccupato ecc.) è a prescindere da qualsiasi posizione si rivesta. Continuerò ad ascoltare Avitabile ma condivido la tua indignazione.
    alla faccia del "Salvamm’o munno" con la musica
    28 aprile 2006, di : lapislazzuli

    capisco perfettamente l’indignazione per l’accaduto ma sono anch’io una concertista e ti posso garantire che spesso si accumula tanto stress che basta poco, al momento dell’esibizione, a far scattare i nervi. probabilmente enzo ha creduto ad un atto di sfida o un gesto di disprezzo ma ti garantisco...è proprio nu bravo guaglione!