Sei all'interno di >> GiroBlog | Linking |

SELVAGGIA AGGRESSIONE AL CANDIDATO SINDACO RUBINO ANTONINO

Nin si sono ancora spenti i riflettori sul contestato risultato elettorale delle elezioni amministrative. Clima teso e pericolo di infiltrazione mafiosa nella Pubblica Amministrazione
di pino ciampolillo - martedì 11 agosto 2009 - 2168 letture

SELVAGGIA AGGRESSIONE AL CANDIDATO SINDACO RUBINO ANTONINO Borsellino parlando della necessità di parlare di mafia ebbe a dire:

"si deve parlare ai giovani di mafia, soprattutto per insegnar loro a diventare cittadini, dall’altro meritorie sono quelle iniziative, e anche a Palermo ve ne sono, dove bisogna insegnare ai politici a fare politica. Che significa soprattutto agire nell’interesse di tutti e non l’interesse né dei singoli né delle fazioni".

Servirebbe a molto non solo diffondere la legalità e il rispetto delle regole, ma anche l’etica, la morale e soprattutto la buona educazione, per quanto non risulti per nulla facile insegnare le buone maniere nella nostra comunità di Isola delle Femmine, in cui prevalgono la volgarità e l’arroganza. Mai avremmo voluto parlare di ciò, che culturalmente si è dimostrato essere degradante violento e vile nei comportamenti. Fra noi Cittadini di Isola delle Femmine era scontato che il rispetto della persona, il libero e civile confronto, la lealtà, la coerenza, la democrazia, la trasparenza, la lotta alla mafia era e sono VALORI in grado di andare oltre l’appartenenza politica-partitica, oltre la politica “familistica-affaristica-mafiosa”.

Ciò che di grave è avvenuto oggi a Isola delle Femmine ed in un luogo considerato la storia e le radici storiche di Isola, il porto, ha riportato il nostro paese indietro di anni luce, vanificando così lo sforzo la lotta ed il testardo impegno profuso in difesa della legalità da migliaia di Cittadini, dei tanti magsitrati, poliziotti, giornalisti sindacalisti......... diventati loro malgrado degli "EROI" nella lotta alla mafia

Noi cittadini di Isola delle Femmine pensavamo, che questi Signori del “Progetto Isola” dopo aver determinato il risultato elettorale amministrativo, dopo aver “sistemato” come forma di ringraziamento tutti quelli che hanno “costretto” a sostenerli, pronti pianificare debiti e “riconoscimenti dovuti”, almeno questi Signori dei “…400 voti in più….” fossero pronti ad ammettere che a Isola delle Femmine vi sono Cittadini che non hanno nessuna intenzione di farsi mettere in testa la “coppola” come simbolo di rassegnazione di sopraffazione di accettazione di una cultura mafiosa.

Siamo cittadini onesti pronti a difendere la nostra libertà e la nostra democrazia e come primo impegno di lotta a Isola delle Femmine, chiediamo a voce ALTA così come giurisprudenza recita: “ allontanare dalla Pubblica Amministrazione presenze mafiose dirette e indirette ”

E’ di questa mattina l’ennesima volgare e violenta aggressione verbale nei confronti del Cittadino Antonino Rubino da parte della “Ronda” capitanata dal Sindaco Professore Gaspare Portobello.

Il Cittadino Rubino, candidato a Sindaco nelle elezioni Amministrative del giugno scorso, reduce di un’aggressione oltre che di minacce alla sua persona ( …quando vuoi ce la vediamo da soli io e te……) da parte del geometra Impastato Giovanni sentitosi diffamato da un articolo pubblicato dal mensile il Notiziario a firma della Redazione.

L’autorevole e provvidenziale intervento del vigile urbano Signor Costanzo Michelangelo ha evitato che la violenza verbale della “Ronda” non si trasformasse in una violenza fisica nei confronti del Cittadino Antonino Rubino.

Cittadini di Isola delle Femmine lo scenario che abbiamo davanti alla nostra Comunità non è sicuramente esemplare.

I Cittadini di Isola delle Femmine non possono fare a meno di manifestare la propria preoccupazione per quello che in realtà appare come un’intimidazione e una minaccia a chiunque voglia mettere in discussione l’illegalità, l’arroganza e i rischi di inquinamento di tipo affaristico-mafioso che possono perpetrarsi nella Pubblica Amministrazione isolana.

Respingiamo con fermezza questi atteggiamenti volgari e di tipo squadristico mafioso volti solo a soffocare la libera espressione civile e democratica nel nostro Paese.

Così come abbiamo fatto durante la campagna elettorale amministrativa ancora una volta sollecitiamo le Autorità competenti, in materia di "Prevenzione e Tutela dei Cittadini" nonché di "Libertà di Espressione e di Organizzazione" e "Sicurezza ed Ordine Pubblico" ad attivarsi a tutela dei Cittadini e delle Istituzioni rappresentative del Bene Comune.

Comitato Cittadino Isola Pulita

http://isolapulita.blogspot.com/2009/08/borsellino-parlando-della-necessita-di.html#links


Rispondere all'articolo - Ci sono 0 contributi al forum. - Policy sui Forum -