Sei all'interno di >> GiroBlog | Schizzi & Ghiribizzi |

S&G n. 255 - B&B elettorali

B&B potrebbe sembrare un pezzo che tratta di resort ma invece secondo i rumors cittadini potrebbero essere nient’altro che "bonus" preelettorali.

di Franco Novembrini - mercoledì 21 febbraio 2024 - 790 letture

B&B oppure Bonus e Befana - Da parte della Junta che si appresta ad affrontare le elezioni amministrative i primi di giugno è stata annunciata una Befana per tutte le famiglie che hanno deciso di usufruire quest’anno della mensa scolastica, compresi quelle con bambini che sono al primo anno. La somma totale del "bonus" è di 110 mila euro ed è circa il 50% della sanzione che la ditta Pellegrini che gestiva, con molte critiche da parte di chi preferiva la schiscetta portata da casa e che voleva consumare insieme ai suoi compagni di classe. Malgrado le foto del sindaco attovagliato alla mensa scolastica poco prima della disdetta e le resistenze da parte della Junta per un anno, fino ad una sentenza del Tar che ha deciso che non si potevano dividere gli scolari e ricordo anche la triste vicenda dei tavoli troppo alti per i più piccoli che nera sfuggita all’occhiuto controllo della Amministrazione e degli assessori alla partita, la ditta Pellegrini ha disdetto il contratto pagando una multa di circa 217 mila euro.

Le rimostranze delle liste che concorrono ale elezioni, compresa quella di Io scelgo VLS1929, hanno avanzato il sospetto che ci sia sentore di "bonus" preelettorale e lo fanno anche per il modo con il quale la cosa è stata diffusa, senza che se ne fosse discusso prima. Una proposta che circola sarebbe quella che l’intera sanzione di circa 217 mila euro, avrebbe potuto essere usata a beneficio della struttura della mensa e della sua organizzazione che sarebbe andata a beneficio di tutti gli scolari e con migliorie che sarebbero durate nel tempo. Ma si sa che le elezioni sono le elezioni e Sanremo è Sanremo. Cioè che la tornata elettorale dovrebbe svolgersi fra fra 5 anni e il Festival invece il prossimo anno.

La nuova terra dei fuochi - Uno dei problemi che mi pare non emergano a sufficienza nei programmi elettorali delle varie liste per le amministrative di giugno è quello dell’inquinamento che vede la province di Milano, di Monza e quindi anche il territorio di VLS1929 essere terze nel mondo per inquinamento tanto da far scattare un allarme di primo livello che minaccia la chiusura dei riscaldamenti e la limitazione del traffico automobilistico. Capisco che il presidente della Regione e il sindaco di Milano ci tengano a tenersi la medaglia di bronzo dell’intero orbe terracqueo, del resto fa pendant con le loro facce, ma mi auguro che chi amministrerà la cosa pubblica cittadina ne tenga debito conto. Gran parte della Lombardia viene ritenuta la nuova terra dei fuochi ed i fatti di questi mesi poi dovrebbero allarmare in quanto nel raggio di pochi chilometri una serie di incendi di notevole importanza ha interessato decine di capannoni provocando ingenti danni ambientali ed economici. Vorrei che ci fossero controlli veri e frequenti specialmente su alcuni complessi industriali incistati fra fra villette e condomini del nostro comune i quali spesso stivano all’aperto materiali potenzialmente pericolosi che potrebbero causare in caso di incendio delle vittime. Non sempre può andare bene come la scorsa settimana a Concorezzo dove i danni sono stati ingentissimi ma senza morti o feriti.


- Ci sono 0 contributi al forum. - Policy sui Forum -