Sei all'interno di >> GiroBlog | Schizzi & Ghiribizzi |

S&G n. 217

La Speranza vs Comune

di Franco Novembrini - mercoledì 31 maggio 2023 - 1259 letture

Questa volta la coop La Speranza tramite il suo vice presidente, al quale va’ tutta la mia solidarietà, ha reagito alla "segnalazione" che il Comune e la Junta di VLS1929 hanno fatto all’Anticorruzione per una presunta irregolarità nella presentazione dei documenti per partecipare all’assegnazione del servizio che la stessa coop ha gestito con efficienza per molti anni. Il vice presidente lo ha fatto con una autodenuncia all’Anac nella quale contesta di non aver mai affermato il falso dando mandato ad un avvocato difensore di presentarla. Dispiace molto che la diatriba si trascini per vie giudiziarie che dureranno anni e quando saranno concluse lasceranno l’amaro in bocca anche in caso di vittoria della coop.

Mi sono augurato che la cosa fosse risolta in maniera amichevole perché in paese i dirigenti de La Speranza sono molto conosciuti e assessori e il sindaco stesso hanno partecipato, di tricolor fasciati, alle inaugurazioni di nuovi mezzi acquistati dalla coop ed alle sue benefiche iniziative. Si vede che contro i lacci e i lacciuoli della burocrazia il buon senso ha sempre la peggio. Sono dispiaciuto inoltre perché se vince la tesi comunale la coop non potrà partecipare per anni ad altre gare e, dunque. avrà grosse difficoltà che si riverseranno poi sui suoi assistiti e se invece il Comune sarà soccombente dovrà pagare il costo della causa e gli avvocati. Lo farà con i soldi dei cittadini. Ricordo che la Junta ha già fatto una pessima figura quando ha appoggiato incautamente la tesi della dirigente scolastica che aveva diviso gli alunni, cioè chi aveva aderito alla mensa scolastica, gestita da una società privata, poteva mangiare in mensa e chi invece si portava la "schiscetta" doveva farlo in locali separati ed anche inadatti, inoltre c’è stata pure la disattenzione da degli organi comunali che non si erano accorti che gli alunni più piccoli dovevano mangiare in mensa accosciati sulle sedie per il dislivello con i tavoli. Stranezze delle quali nessuno si era accorto e nessuno si è scusato se non in maniera impersonale.

SOMMERSI NEL VERDE - Essendo VLS1929 una cittadina della Brianza, notoriamente "verde ed ubertosa", per onorare il motto ha da tempo deciso di equiparare tutto il verde in un unicum. Intendo dire che il verde dei campi, degli spazi verdi e dei campi gioco dei bambini deve essere democraticamente tutto uguale e deve subire lo stesso trattamento. I fatti: il verde nei campi viene tagliato quando l’erba ha raggiunto una certa altezza e dunque lo deve essere anche per il verde degli spazi aperti al pubblico e quello dei campi gioco per ragazzi. Io non sono d’accordo specialmente per questi ultimi. All’assessorato al Verde ed all’Ecologia non sarà sfuggito che questo maggio è stato piuttosto piovosetto e dunque l’erba è cresciuta a dismisura. Posso citare due fatterelli ai quali ho assistito alcuni giorni fa nel campo giochi per bambini davanti alla mia abitazione. Nel primo caso due signore fornite di stivali stavano conversando in mezzo all’ubertoso campetto e credo si lamentassero dell’erba bagnata che era oltre il livello delle loro calzature, ma lo facevano reggendo ognuna un guinzaglio che mi faceva ricordare una scena dello sketch di Aldo, Giovanni e Giacomo ed uno di loro muoveva un guinzaglio al quale diceva che era legato un rabbioso cane immaginario. Dopo un poco le signore sono uscite dalla savana e solo allora sono comparsi due cagnolini che erano appunto "agguinzagliati", ma essendo di piccola taglia non si vedevano. La seconda scena è quella di un cittadino, dotato di un tosaerba, il quale viste le condizioni del prato ha creato un sentiero di collegamento fra i vari giochi per permettere ai bambini ed ai cittadini di piccola taglia di accedervi senza paura di perdersi. Questo cittadino corre però un rischio rischio, ricordando la buca di Barlassina, una multa stratosferica da parte delle Autorità Competenti e, cosa ancor più grave, di dover ripristinare la savana come era. Una volta l’erba era mangime prezioso per i contadini che se la contendevano. Era ed è un cibo naturale per gli animali che gli fa produrre un latte di ottima qualità ma ora è un problema ed un costo di cui riparleremo prossimamente. IL CONSIGLIO COMUNALE - Ieri sera si è svolto uno stanco consiglio comunale al quale ha partecipato direttamente solo un giovane ma tenace cittadino ma anche alcuni lo hanno seguito in streaming erano assenti anche diversi consiglieri della maggioranza e debbo dire che la partecipazione, fino a che l’ho seguito non era certo appassionante. Undici mesi alle lezioni.


- Ci sono 0 contributi al forum. - Policy sui Forum -