Sei all'interno di >> GiroBlog | Schizzi & Ghiribizzi |

S&G n. 202

Ma che bei cantieri...

di Franco Novembrini - mercoledì 15 febbraio 2023 - 1383 letture

Volevo scrivere inizialmente dei bei cantieri (copy dell’house organ della Junta di VLS1929) ma una notizia in prima pagina di un settimanale locale mi costringe ad invertire l’ordine. Sono gli alti e bassi delle notizie. Il titolo del settimanale scrive "La mensa in ginocchio" e nell’articolo scrive che si tratta dei bambini che usufruiscono della mensa alla scuola primaria "Villa" del nostro comune. La vicenda ha del grottesco e farà sorridere molti, ma evidenzia un mancato controllo di tale situazione che costringe alcuni bambini a stare in ginocchio sulla sedia per poter mangiare causa i tavoli troppo alti o le sedie troppo basse.

Se pensiamo che la mensa scolastica è stata oggetto da anni di polemiche su chi poteva mangiare in mensa e chi, i cosiddetti schiscettisti, invece dovevano andare in altri locali inadatti e che finalmente un agguerrito ed informatissimo comitato è riuscito a far sparire tale norma anche un pochino razzista della preside tramite ricorso a proprie spese ed al TAR avvocati la iniqua sanzione. Altra stranezza era stata la decisione di "alzare" il prezzo della mensa promettendo dei miglioramenti sul servizio che pochi giorni prima era definito ottimo, cioè ottimo+++. Ora penso che se qualcuno della Junta, certamente non composta da giocatori di basket, avesse fatto un controllo si sarebbe accorto di tale anomalia ed avrebbe chiesto che fosse corretta prontamente, ma è stato affermato che la cosa riguarda pochi bambini. La cosa, se vera, è peggiorativa perché essendo in pochi potrebbero sentirsi diversi, ostracizzati o inadeguati. Spero che da subito si provveda.

CANTIERI - Sempre sul giornale della Junta c’è una difesa dei cantieri che indicherebbero il rispetto del mitico "cronoprogramma". Di quella offesa all’occhio per chi esce dal parco di Monza da una delle porte laterali, trovandosi di fronte un parallelepipedo di cemento, mi hanno colpito due cose: il costo e la durata che non viene menzionata dal crono, cioè 500 mila euro per costruirlo. Tale spesa fatta su 500 mila euro porta al risultato di 3.500 al metro quadro, ma secondo un rapido calcolo fatto, i prezzi medi per nuovi appartamenti a VLS1929 si aggirano sui 2.200 euro al mq. Ci sarà un motivo per tale disparità. Se poi si volessero aggiungere i costi per la sua demolizione, in quanto opera provvisoria a detta dei cronoprogrammisti, a quanto si arriverebbe? Non capisco inoltre il perché l’orrendo parallelepipedo sia stato costruito senza supervisione di alcun team di architetti, cosa che invece viene chiesta per la ricostruzione delle scuola facendo trascorrere altro tempo per quello che dovrebbe essere un semplice parere. Non era meglio avere un loro parere prima anche su quell’opera che resterà per molti anni ad offendere la vista di chi ha goduto delle bellezze del parco con un brusco ritorno in paese. Ricordo che dal lato sud la prima visione che si trova sono il muro di gomme da una parte e Lerciocity dall’altro e si prosegue con i resti della Lombarda Petroli che tanto ha fatto parlare di se anni fa. Dal lato nord l’ecomostro, anch’esso storico rudere che gode di una certa triste fama. Ad ovest si può godere del cantiere abbandonato per l’ampliamento del cimitero, ma su questo l’ineffabile assessore sta ponderando da ormai tre anni. Il Comune ha vinto con il parere del Tar sulla questione del concorso pasticciato che ha visto l’esclusione della cooperativa La Speranza sull’accompagnamento dei disabili, che faceva un ottimo servizio ad un prezzo notevolmente più basso di quello attuale di una cooperativa di Monza la quale, oltretutto, ne fornisce uno in certe parti criticabile. Concludo con la situazione scuole citando quella nella quale hanno sede diversi seggi elettorali fra i quali quelli del presunto omicidio che potrebbe essere avvenuto nel famoso ecomostro. Ecco pare che la parte superiore dell’edificio della scuola non goda di buona salute ma credo che siano tutte chiacchere in quanto, fortunatamente, in quella scuola prestano servizio due assessori della Junta cittadina che sapranno certamente che non ci siano rischi e i controlli sul vecchio edificio saranno severi e puntuali.

ANTICORRUZIONE - Una citazione del presidente dell’ANAC (Autorità nazionale anticorruzione) Giuseppe Busia mi ha colpito e siccome penso che possa essere utile in quanto riguarda la trasparenza la trascrivo: "Nei piccoli comuni si privilegiano i soliti noti, i più vicini al sindaco, all’assessore o al dirigente".


- Ci sono 0 contributi al forum. - Policy sui Forum -