Sei all'interno di >> GiroBlog | Schizzi & Ghiribizzi |

S&G n. 201

Promesse elettorali

di Franco Novembrini - mercoledì 8 febbraio 2023 - 2299 letture

Ci sarebbe da parlare delle promesse elettorali di fine settimana ed anche di quelle del prossimo anno. Domenica prossima (11 e 12 febbraio) si vota per il rinnovo del Consiglio regionale della Lombardia e la campagna elettorale si sta svolgendo sottotono nel senso che ci sono pochi manifesti e pochi volantini ma molta pubblicità sui giornali e sulle tv locali. Non godono di ottima salute i comizi ai quali sono favoriti gli incontri nelle sale e nei locali pubblici come fossero dei compleanni, delle cresime o addirittura dei matrimoni e in certe occasioni si sentono gli scricchiolii che potrebbero portare presto a divorzi politici in quanto le nozze sono state volute o imposte da capibastone, ops segretari di partito o facenti funzione). Comunque le lotte intestine non mancano di certo.

Ma veniamo alle promesse e ai matrimoni che si stanno verificando a VLS11929. Questa settimana ci sono la promessa che la Polizia locale avrà entro l’anno la nuova e speriamo anche definitiva sede a San Fiorano in via Garibaldi confinante con l’ospizio per vecchi San Clemente e che sarà dotata di ogni confort compresa una camera di sicurezza. L’inaugurazione dovrebbe avvenire verso la fine dell’anno ma forse potrebbe slittare di qualche mese per le elezioni, per mancanza di nastri tricolori o di forbici adatte alla bisogna. Anche per la scuola dell’infanzia "Tagliabue", inagibile dal 2021 si parla di progetti che dovrebbero coinvolgere l’ordine degli architetti della provincia di Monza e Brianza il tutto per costruire una scuola futurista senza però accennare a quale futuro far riferimento per la ricostruzione.

Per la scuola "Villa" invece sono a buon punto i lavori del parallelepipedo di cemento che ha espropriato alcuni alberi centenari e che fa la sua bella e orribile figura visibile da chi entra o esce dal parco di Monza. La scuola ancora non è stata abbattuta e della prima pietra per la ricostruzione niente si sa, come del resto del costo previsto che dopo i 500 mila euro spesi per il parallelepipedo credo che la scuola supererà i 5 milioni fra abbattimento e ricostruzione. Purtroppo non si hanno notizie del Caranchione (tensostruttura), non ci sono rivendicazioni da parte di chi fermamente lo ha voluto e tantomeno del costo del suo mantenimento, anche se inutilizzato, se non generiche dichiarazioni di volerlo affibbiare a privati i quali poi dovrebbero farlo funzionare a prezzi di mercato e le 17 associazioni sportive che vorrebbero utilizzarlo dovranno pagare l’uso a prezzi di mercato.

Chiudo con i soliti e storici inviti a far riaccendere i sei lampioni del sovrappasso di via Fratelli Bandiera, spenti da settembre dello scorso anno e insisto di darsi da fare per la riapertura con nuove regole dell’ambulatorio medico di San Fiorano per il quale è stato creato un comitato che ha raccolto le firme per la riapertura. Non dimentico di ricordare che nel campetto giochi tra via de Gasperi e via Saragat ci sono dei ceppi di alberelli che spuntano dal terreno per una decina di centimetri e potrebbero far cadere i ragazzi che lo frequentano ed in più aggiungo che una giostrina ha degli spuntoni di ferro rotti rugginosi sotto il piano e che potrebbero agganciare i vestiti di qualche bambino e ferirlo. Se per caso qualche taglianastro volesse provvedere posso mandargli le foto


- Ci sono 0 contributi al forum. - Policy sui Forum -