Ruth Benedict

di Pina La Villa - giovedì 6 dicembre 2007 - 3820 letture

Benedict, Ruth (New York 1887-1948)

Antropologa americana, fra i maggiori esponenti della scuola di personalità-cultura. Insegnò alla Columbia university di New York e condusse ricerche fra gli indiani della California e gli zuni. Nella sua opera principale (Modelli di cultura, 1934), sostiene la necessità di orientare l’antropologia verso la conoscenza del “temperamento” dei popoli, cioé del sostrato (modello) affettivo e ideologico che plasma la fisionomia, le istituzioni e i comportamenti di una specifica società. Ogni cultura sceglie fra le infinite varietà dei comportamenti possibili, un segmento limitato, che talvolta può dar vita a una configurazione coerente, a volte no. Fra i modelli descritti da Ruth Benedict si ricordano quello “apollineo” degli zuni, dignitosi, socievoli, equilibrati, e quello “dionisiaco” degli indiani delle pianure, rudi e violenti. Con E. Sapir, Ruth Benedict è stata uno dei primi antropologi a porre il problema della 2devianza” del singolo individuo nei confronti della sua cultura e quindi dell’esistenza e della relatività delle “malattie mentali”. Fra le altre opere: Il crisantemo e la spada, 1946.


Rispondere all'articolo - Ci sono 0 contributi al forum. - Policy sui Forum -