Rimozione amianto a Lentini (Sr): proposta del coordinamento

Lettera del Coordinamento per lo Sviluppo Sostenibile all’Amministrazione Comunale di Lentini

di Emanuele G. - giovedì 2 dicembre 2010 - 1744 letture

Coordinamento per lo Sviluppo Sostenibile – LENTINI

Al sig. Sindaco del Comune di Lentini, Geom. Alfio Mangiameli

Al presidente del Consiglio Comunale sig. Salvatore di Mari

Al Presidente della 3^ commissione arch. Salvatore Barretta.

Oggetto: smaltimento e bonifica amianto

Sono passati diciassette anni da quando l’amianto è stato bandito in Italia (la legge che lo vieta è del 1992), ma l’emergenza dovuta all’uso scriteriato di questo materiale altamente nocivo per la nostra salute non è finita.

Anzi, secondo gli esperti, il peggio deve ancora arrivare. L’asbestosi, la malattia professionale tipica della categoria, richiede lunghe esposizioni a dosi massicce di fibre di amianto, ma bastano sporadici contatti con l’amianto, poche fibre insediate in profondità nei polmoni, per provocare malattie anche più gravi come carcinomi, tumori della pleura e mesoteliomi, tumori subdoli, specialmente quest’ultimo, perché si sviluppa trenta o quarant’anni dopo che le fibre sono entrate nell’organismo.

Purtroppo la Regione sicilia non ha ancora elaborato un piano per la rimozione e lo smaltimento dell’amianto, sia dagli impianti industriali dismessi, sia dalle case di civile abitazione. Cionondimeno, alcuni comuni si stanno attrezzando autonomamente attraverso convenzioni con ditte specializzate che abbattino i costi della bonifica. Altre volte questo Coordinamento ha sollecitato l’Amministrazione ad una iniziativa in questo senso, ma non è successo nulla. Adesso torniamo a parlarne avanzando una proposta precisa. Il Comune rinunci alle spese per il carnevale 2011 dirottando le risorse su una convenzione con ditte specializzate, attraverso la quale il privato sia incoraggiato a rimuovere con tariffe controllate l’amianto contenuto nelle abitazioni a cominciare dalle vasche di raccolta dell’acqua. Potrebbe essere un buon punto di partenza per un’opera di bonifica che, ovviamente non deve e non può riguardare solo il nostro territorio. Poiché con questa proposta riteniamo di interpretare la volontà dei cittadini nella loro stragarande maggioranza, chiediamo alla Pubblica Amministrazione in generale e al sindaco di Lentini, in particolare, una coraggiosa assunzione di responsabilità. Restando in attesa di un cortese riscontro inviamo i più cordiali saluti.

[Democrazia Solidale, “NEAPOLIS”, Associazione “Manuela e Michele”, P.A.C.E., “OpenHouse”, Condotta Slow Food Lentini, Federcasalinghe, MASCI (Scout adulti), Consorzio CO.S.E.L Tribunale per i diritti del malato, riuniti nel Coordinamento Locale per lo Sviluppo sostenibile].

Lentini 2/12/2010

Per il Coordinamento

Paolo Ragazzi


Rispondere all'articolo - Ci sono 1 contributi al forum. - Policy sui Forum -
Rimozione amianto a Lentini (Sr): proposta del coordinamento
26 maggio 2014, di : stf

sono davvvero il primo contributo dopo 4 anni? Il problema eternit è enorme e inspiegabilmente l’amministrazione non reagisce. Ho appena trovato amianto (poco) e voglio smaltirlo regolarmente. Ho chiesto in giro e nessuno sa niente, un nome una ditta un costo. Tutti smaltiscono gettando in discariche abusive? Magari tagliando l’eternit con il flessibile e senza mascherina (visto succedere!)? Il danno minore per la collettività sarebbe che lo stato si prendesse carico della bonifica. e più in fretta possibile. L’amianto è uno dei pacchi che stiamo refilando alle prossime generazioni.