Sei all'interno di >> :.: Primo Piano | Città invisibili |

Rifiuti pericolosi a Villafranca Tirrena, Grilli del Tirreno: “Progetto folle. Si combatta compatti per evitare l’ennesimo scempio”


Gli attivisti del meetup sottolineano il non coinvolgimento della cittadinanza da parte dell’amministrazione.
sabato 8 aprile 2017 , Inviato da Redazione - 1538 letture

“Prendiamo atto della proposta dell’amministrazione di esprimere un primo parere, non obbligatorio, contrario alla realizzazione dell’impianto. Dal canto nostro lavoreremo fianco a fianco con le associazioni e i cittadini che riterranno di voler combattere contro questo ennesimo tentativo di realizzare insediamenti para-industriali a discapito delle reali potenzialità e vocazioni del territorio, oltre che dei cittadini stessi e del loro diritto di vivere in un ambiente salubre e privo di rischi ambientali.”

Il Meetup Grilli del Tirreno commenta così quanto appreso stamani in occasione della seduta del Consiglio Comunale di Villafranca Tirrena avente ad oggetto proprio la discussione relativa all’impianto che, si è appreso il 20 marzo, la ditta Gestam srl vorrebbe far sorgere all’interno dell’area ex-Pirelli.

“Ancora una volta - osservano gli attivisti - i cittadini di Villafranca Tirrena vengono a conoscenza di progetti dall’altissimo impatto sul territorio quasi per caso. La ditta che ha presentato il progetto per il trattamento di rifiuti anche pericolosi in Regione, l’aveva già trasmesso più di 3 mesi fa al Comune di Villafranca che, pur non dovendo adempiere ad alcun obbligo di legge, ha perso, di nuovo, l’occasione di informare i cittadini per tempo e coinvolgerli in quella che, oggi, diventa una battaglia da organizzare e combattere in fretta e furia, stante la scadenza per la presentazione delle osservazioni fissata al 19 aprile”.

“Non possiamo però non rimarcare - concludono i Grilli del Tirreno - come quelle che, a margine della seduta, sono state definite mancanze degli uffici, che hanno portato l’amministrazione e la cittadinanza ad essere ignari del progetto presentato a Dicembre, almeno fino alla fine di Marzo, siano da ritenersi inaccettabili e auspichiamo che chi ha sbagliato venga individuato e adeguatamente richiamato alle proprie responsabilità”

— 


Rispondere all'articolo - Ci sono 0 contributi al forum. - Policy sui Forum -
Stampa Stampa Articolo
Ricerca
Inserisci la parole da cercare e premi invio
:.: Condividi

Bookmark and Share
:.: Articoli di questo autore
:.: Articoli di questa rubrica