Sei all'interno di >> GiroBlog | Quisquilie & pinzellacchere |

Quisquilie&Pinzellacchere. Nr. 81. I due virus Corona. I ’’prescrivendoli’’. Notiziole di varia umanità.

di Franco Novembrini - mercoledì 5 febbraio 2020 - 445 letture

CORONAVIRUS - Prima di tutto grande soddisfazione per i ricercatori dell’istituto ’’Spallanzani’’ per aver individuato per primi il Coronavirus, che fa fare passi avanti alla ricerca di un vaccino e per scongiurare il pericolo di una pandemia. Lo stesso istituto si era messo in buona luce per la precedente epidemia di Sars, il che conferma la serietà e la bravura delle ricercatrici e dei ricercatori italiani. Per Salvini nello staff ci sono quattro donne di cui tre del Meridione.

CORONAFABRICIUS - Purtroppo contro questo virus tutto italiano niente per ora è stato trovato e il fatto che il contagiato n. 1 sia in una comunità di recupero di Monza, molto vicina a dove abito, non mi rende molto tranquillo. Questa malattia consistente in protervia, menefreghismo delle regole e capacità di ripetere reati, è stata molto sottovalutata dagli organi competenti e dai giudicanti che si lasciano irretire da improvvisi pentimenti ed altrettanto false promesse. Sono contrario a condanne che privano della libertà, ma di fronte ad un soggetto che con i suoi esempi, fra l’altro pagati da gestori sale da ballo o locali alla moda facilmente diffonde il virus che si possa compiere qualsiasi stupida e pericolosa trasgressione o reato e farla franca. Spero che si trovi una cura anche per questa malattia e ritengo che adibirlo a lavori utili e pesanti, controllati seriamente, potrebbe aiutarlo nella cura.

I ’’PRESCRIVENDOLI’’ - Giorni fa Matteo Renzi, quello che ha fondato Italia viva, uno pseudo partito che esiste solo in Parlamento ed al Senato, in quanto conta un numero esorbitante di indagati che hanno pensato bene di aderire al gruppo che ha come leader una personcina ammodo che giustamente difende la propria famiglia la quale conta ben tre indagati per vari reati (lui stesso, padre e madre), e la cerchia che lo acclama non è da meno. Giorni fa ad una convention del gruppo si è messo ad urlare intimando al ministro della Giustizia di fermarsi e lo ha fatto con toni da pescivendolo che declama la freschezza delle sue idee e non l’eventuale conflitto di interessi nella questione. I toni un poco esasperati non nasconderanno mica un certo timore che i processi giungano, come succede ai poveracci, a conclusione. Mah, se fossi in lui comprerei i biglietti aerei per Hammamet.

GLI ERMELLINI - Non vorrei mancare i rispetto ai giudici dei quali ho ammirazione per quelli che rischiano la vita per combattendo il malaffare, ma vedere ogni hanno una specie di processione di giudici ermellinati mi provoca una razione non certo piacevole. Ancor peggio, quest’anno è stata la sfilata degli avvocati, forse rei confessi, hammamettati. Vorrei sapere da ambedue se si rendono conto delle reazioni mondiali che provocano con simili sfilate. Poi ci lamentiamo se si fanno battute sugli italiani.

LE 4 SARDINE... - Una certa cattiva impressione mi hanno fatto le foto delle 4 sardine insieme a Oliviero Toscani e al suo datore di lavoro Benetton. Spero che sia un incidente dovuto alla inesperienza. Potevano comunque anche all’ultimo secondo prima del click voltarsi o fare le corna, sarebbe stata un occasione indimenticabile. In Toscana si ice che avete fatto una figura da ’’ghiozzi’’, per rimanere nel campo ittico.

IL PROF. BURIONI - Il noto virologo prof. Burioni ha dichiarato: ’’La migliore arma per fermare l’epidemia è isolare chi ha contratto l’infezione’’. Questa solenne dichiarazione l’ha rilasciata non in una bettola ma al quotidiano La Stampa. Mi è preso un magone che non vi dico perché io non ho potuto studiare.

IL PRESIDENTE FONTANA - Il presidente della Lombardia Fontana c’è rimasto molto male perché la Lega non è riuscita a vincere in Emilia Romagna e se ne uscito con una dichiarazione sottilmente xenofoba. In buona sostanza afferma che il Pd ha portato a votare ultranovantenni, centenari e persino alcuni con portati al seggio con autoambulanze. Il tapino non si è reso conto che con le sue affermazioni faceva un grande complimento agli emiliano-romagnoli che hanno sentito il dovere di andare a votare anziché starsene magari a vedere la tv. Avendo io 81 anni posso dirgli che noi che abbiamo visto i nostri padri esultare per aver riconquistato il diritto di voto per tutti al di là del sesso, del censo e del colore della pelle, come garantito dalla Costituzione. Spero che questo sia servito da esempio anche per i più giovani a corto di memoria.



Rispondere all'articolo - Ci sono 0 contributi al forum. - Policy sui Forum -
Versione per la stampa Versione per la stampa
Ricerca
Inserisci la parole da cercare e premi invio

:.: Articoli di questo autore
:.: Articoli di questa rubrica