Questione di uretra

par Gigi Monello - mardi 2 juillet 2013 - 3261 letture

Accaldate signore, dai salotti prestate alla politica, certificano disperate che nove milioni ancora lo votano. La bella marocchina, a pieni voti laureata in “senso pratico”, testifica “sua sponte” (il “Mavalà” rivede la forma) che negli eleganti dopocena del Principe, sexySuore danzavano, giarrettiere nel sottotonaca (il teste è a favore : sarà il caso crederle). Sul punto, irosi cortigiani di forte taglia e labbro dipinto (periodicamente accennanti bonarie tirate d’orecchie al Satrapo, onde apparire liberi), buttandola in confusione tuonano che processi alla “vitalità” non se ne fanno. Harem privati ? disordini notturni ? balli e amorazzi ? Affari suoi. Dove sta il “penale” ? Inossidabili arnesi rotti ad ogni servizio, camaleonti vicini a decrepitezza, a mille stagioni sopravvissuti, sibilano con smorfia obliqua di “pericoli per il quadro politico”. Come dire, “nulla ci fotte - sappiatelo - di barca comune, periglioso mare e aguzzi scogli ; e dunque, attenti a voi : “chi tocca il Sire, muore”. Intanto, ossuti gazzettieri di famiglia, militi d’assalto gelidi in volto, arditi del Principe, pugnale fra i denti e schizzo di veleno sulla lingua, argomentano che le milionate parlan chiaro : quando uno nasce “fuoriclasse” (e lui “lo nacque”), nessuna meraviglia che rivali dappoco friggano e brighino per levarselo di torno. Ora, a noi moralisti, pedanti, senza spirito, nonché rosi da inconscia invidia per il SuperUomo, sia concesso di abbandonarci un attimo a frivola e astrusissima fantasia intorno ai nove sopraddetti milioni ; e, per statistica probabilità, di immaginarne uno - uno e soltanto uno - cui sia toccata in sorte una bella stenosi uretrale grave col danno aggiunto di complicanze serie ; spinoso malanno chirurgico, “bubua”, ci dicono i medici, che solo risolvesi con audace taglio al basso addome, “cielo aperto”, nonché sapienti dita avvezze a carezzar e ritoccar microstrutture. Che farebbe - chiediamo - lo sfigatissimo individuo qualora, di tutta botta, scoprisse che attorno al noto chirurgo deputato al laborioso maneggiare, aleggia fama di “disordini notturni” ? (con o senza sexyInfermiere). Sudori freddi, immaginiamo ; tremori, persino ; e tempestosissimi dubbi. E ben si capisce. Di privata uretra, tratterebbesi. Mica di “imu” di tutti.


Répondre à cet article - Ci sono 0 contributi al forum. - Policy sui Forum -