Sei all'interno di >> :.: Culture | Cinema - Visioni |

"Quel mostro di suocera": Nuora contro suocera... una querelle universale

"Sotto altre mani la commedia avrebbe potuto raggiungere ben più alti risultati. Così invece, dovendoci accontentare di una ruffiana storia..."

di calogero - giovedì 13 ottobre 2005 - 7456 letture

“Tu dici Quel mostro di suocera e la gente subito pensa Ecco la storia di mia suocera” spiega la produttrice Paula Weinstein (“Terapia e Pallottole”) così motivando l’immediata scelta del copione dell’esordiente sceneggiatrice Anya Kochoff. E se allo script dal sapore universale - suocera incattivita mette bocca tra i due sposi - si aggiungono i nomi di star internazionali del calibro di una Jane Fonda (bentornata) e di una Jennifer Lopez allora il risultato è garantito e quindi pronto per fare sfracelli al botteghino.

E’ già accaduto in America e siamo certi che anche presso il nostro pubblico la commedia “Quel mostro di suocera” farà facilmente breccia. Merito di una regia pulita ed “a servizio” (Robert La rivincita delle bionde Luketic)e di uno script che scivola via come l’olio (ma un po’ più di cattiveria ed acida ironia non avrebbero guastato), la storia della “cenerentola” Charlotte (Jennifer Lopez sempre identica in ogni sua interpretazione) che incontra l’uomo dei suoi sogni Kevin (Michael Vartan, più che una comparsa) ma deve fare i conti con la di lui madre Viola, donna di mondo che non ha alcuna intenzione di lasciarsi portare via l’unico figlio (Jane Fonda, semplicemente strepitosa) si segue con piacevole e divertita partecipazione.

Sotto altre mani (si pensi cosa avrebbero potuto fare con un’idea del genere registi come Danny De Vito oppure gli audaci Coen) la commedia avrebbe potuto raggiungere ben più alti risultati così invece dovendoci accontentare di una ruffiana storia di odio/amicizia tra due donne che non ci risparmiano pistolotto finale ed happy end consolatorio. E come in ogni buona commedia americana che si rispetti, applausi a scena aperta per i comprimari e caratteristi di razza qui degnamente rappresentati da Wanda Sykes (l’assistente di Viola) che - classificatasi tra le prime 25 persone più simpatiche e divertenti d’America da Entertainment Weekly - speriamo di ritrovare presto sui nostri schermi.


- Ci sono 0 contributi al forum. - Policy sui Forum -