Per nostra figlia è colpa nostra

di Ugo Giansiracusa - venerdì 10 aprile 2020 - 1739 letture

Per nostra figlia è colpa nostra.

Cosa? Tutto!

Il suo naso a patata, il fatto che non abbiamo una villa con piscina, la sfortuna che i suoi compagni di classe sono antipatici, che non possiamo permetterci la settimana bianca o la vacanza ai Caraibi. È colpa nostra la sua agitazione come i momenti di tristezza ormonale. È colpa nostra se ha i baffetti e se a 13 anni non è ancora una star famosa. Colpa nostra i limiti sui social e quelli per i film horror.

Tutto, insomma.

Forse anche il surriscaldamento globale e l’estensione del dodo.

Perché TUTTI stanno meglio di noi e TUTTI possono fare quello che noi le neghiamo.

Oddio, in un certo qual modo potremmo parlare di conseguenze, anziché di colpe, per alcune di queste cose.

Fatto sta che tanta gente mi sembra bloccata alla fase mentale dell’adolescenza.

Compresi alcuni politici dell’attuale opposizione nero verde.

Deve essere un effetto collaterale della società capitalistica occidentale.

O della cretineria.

Come si guarisce una società psicologicamente malata e fondamentalmente cretina?


Rispondere all'articolo - Ci sono 0 contributi al forum. - Policy sui Forum -