Sei all'interno di >> Flash |

Omicidio Cutuli, condannati a 24 anni i due imputati afghani


La Corte di Assise di Roma ha condannato a 24 anni di reclusione i due afghani accusati dell’omicidio dell’inviata del Corriere della Sera Maria Grazia Cutuli, avvenuto il 19 novembre 2001
mercoledì 29 novembre 2017 , Inviato da Redazione - 556 letture

Ventiquattro anni di carcere. È la sentenza per Mamur e Zar Jan, i due cittadini afgani già condannati in patria per l’omicidio di Maria Grazia Cutuli, l’inviata del Corriere della Sera assassinata in Afghanistan nel novembre del 2001. La sentenza, la prima in Italia sulla vicenda, è stata pronunciata, a sedici anni dalla morte della reporter, dai giudici della Prima Corte d’Assise del tribunale di Roma. I due condannati sono in carcere da anni in Afghanistan dove stanno scontando una condanna a 16 e 18 anni per la vicenda. La pm Nadia Plastina, titolare del procedimento, aveva chiesto per entrambi una condanna a 30 anni di reclusione. Maria Grazia Cutuli morì in un agguato il 19 novembre del 2001 assieme ad altri tre colleghi in Afganistan, lungo la strada che da Jalalabad porta a Kabul. Il legale RCS: "Delitto politico e orribile" ​"E’ stato un delitto politico e orribile. Avere una sentenza in Italia non restituisce Maria Grazia alla famiglia, ma di conforto per i parenti perchè almeno sanno che lo Stato c’è e ha fatto il suo dovere". Cos Caterina Malavenda, legale di Rcs (costituita parte civile) alla lettura del dispositivo della sentenza con la quale sono stati condannati in Italia due afghani per la morte della giornalista Maria Grazia Cutuli. "Ringrazio la procura e la Digos per il lavoro eccezionale che hanno fatto - ha aggiunto - La condanna in Italia conferma quella inflitta all’estero ma ha un altro valore".

http://www.rainews.it


Rispondere all'articolo - Ci sono 0 contributi al forum. - Policy sui Forum -
Stampa Stampa Articolo
Ricerca
Inserisci la parole da cercare e premi invio
:.: Condividi

Bookmark and Share
:.: Articoli di questo autore
:.: Articoli di questa rubrica