Sei all'interno di >> :.: Culture | Libri e idee |

"Oltre il buio della mafia": il nuovo libro di Alfonso Bugea. Prefazione di Andrea Camilleri

La storia di Alfonso Falzone, dall’iniziazione mafiosa con la santina, agli omicidi, il sequestro Di Matteo, l’arresto, la resa e il pentimento per dare un futuro alla figlia

di Calogero Giuffrida - mercoledì 28 novembre 2007 - 9637 letture

JPEG - 52.8 Kb

Sarà in edicola venerdì 30 novembre "Oltre il buio della mafia", il nuovo libro del giornalista Alfonso Bugea, con prefazione di Andrea Camilleri e una riflessione del vescovo di Agrigento Carmelo Ferraro. Nel libro "Oltre il buio della mafia", Bugea racconta la metamorfosi di un giovane boss di Porto Empedocle che da killer spietato diventa collaboratore di giustizia.

La storia di Alfonso Falzone, dall’iniziazione mafiosa con la santina, agli omicidi, il sequestro Di Matteo, l’arresto, la resa e il pentimento per dare un futuro alla figlia. Oggi da una località segreta lancia un appello ai mafiosi e ai latitanti: “Basta seminare lutti, abbandonate Cosa Nostra prima che sia troppo tardi!”. Il pentito Falzone si confessa al giornalista, spiega la vicenda che lo ha portato a diventare mafioso e indica la “terza via” per uscire da Cosa Nostra e ricominciare un’altra vita.

“Questa testimonianza ha un tono toccante, inedito, di sconvolgente sincerità, Bugea osserva la mafia da un punto di vista tutto suo, affascinante e particolare”, scrive nella prefazione Andrea Camilleri. “Il racconto sulla vicenda di Falzone, aggiunge Camilleri, “è l’indagine sull’uomo”. Emblematiche le parole di Falzone: “Ero disoccupato e cercavo un lavoro. Mi venne proposto di far parte della mafia, scelsero me perché sapevano che mi piaceva farmi rispettare. Non sono stato solo un egoista, di più: ho tradito la fiducia dei miei genitori. Racconto la mia storia perché voglio evitare che altri ragazzi ripetano i miei stessi errori, devono sapere che considero la mia vita un fallimento. Invito i mafiosi a ravvedersi: non è vero che da Cosa Nostra si può uscire solo da morti o se arrestati. Ora c’è la legge per diventare collaboratori di giustizia che consente di saldare i propri debiti con lo Stato e dare un futuro alla propria famiglia. La gente deve imparare a reagire alla mafia, dopo i miei omicidi io vedevo un paese rassegnato. Ho ucciso, fatto sequestri e violenze: non era questo che volevo per la mia vita”.

“Una storia amara e lucida - riflette il vescovo Ferraro - c’è il disvelamento dei misteri di una coscienza in mezzo a un tunnel e la scoperta di una terza via che dovrà essere percorsa, se si vuole uscire da una cultura di morte”. "Oltre il buio della mafia", Edizioni Concordia, il nuovo libro di Alfonso Bugea, già autore di “Cosa Muta, la mafia del silenzio” e “Senza Storie”, sarà in edicola venerdì 30 novembre con il Giornale di Sicilia a soli 2 euro.


- Ci sono 1 contributi al forum. - Policy sui Forum -
Mio nome è Rizzuto, Erasmo Rizzuto...
16 agosto 2008, di : Rizzuto, Erasmo

Mi piacerebbe molto ottenere il e-mail del sginore Bugea. Mio nome è Rizzuto, Erasmo Rizzuto...

Ma, scherzo, sono di pace, nostra famiglia è venuta dall’Italia per lavorare alle plantazioni di caffè brasiliane, più di un secolo fa, voglio sapere un pò di più soppra mia storia.

Prego di contattarmi: press@erasmorizzuto.com.br

Il mio website (anche in Italiano): www.erasmorizzuto.com.br

Grazie!