Nuove discipline olimpiche ai Giochi di Londra 2012

Finalmente si potranno ammirare le atlete e gli atleti di alcune discipline non convenzionali.

di Orazio Leotta - martedì 19 giugno 2012 - 3024 letture

Importanti novità attendono gli sportivi di tutto il mondo che dalla Tv o dal vivo - per chi avrà la fortuna di assistervi - vorranno godersi lo spettacolo offerto dal circo delle Olimpiadi, che da questa edizione sarà arricchito di nuove ed entusiasmanti discipline, specialmente nell’atletica leggera.

Cominciamo dal LANCIO DEL GIOVANOTTO. Fosse stato della giovanotta, avremmo pronosticato come favoriti i putiniani russi, ma anche l’Italia olgetto-arcoriana non avrebbe certamente demeritato. Sic stantibus rebus invece il pronostico è incertissimo.

Curiosità desta anche il SALTO CON L’ASCIA: nonostante i proclami di vittoria provenienti un po’ da tutte le nazioni boschive del centro-europa, difficilmente però sarà possibile competere con gli USA, le cui fila saranno rinforzate dai discendenti dei pellerossa reclutati fra Cheyenne e Apache Junction.

Più possibilità per l’Italia, ma anche per l’Argentina infoltita dagli oriundi genovesi (los xeneises) nel GETTO DEL PESTO. Abbandonando l’Atletica Leggera ci trasferiamo al BITCH VALLEY, i cui tornei, molto attesi, sono tutti concentrati nel quartiere di Soho e si svolgeranno esclusivamente nelle ore notturne. Niente medaglie, i premi sono esclusivamente in denaro.

Tutto da gustare il nuovo torneo di HOCKEY SU GHIAIA che si disputerà sulle rive della Cornovaglia: non solo gli atleti, ma anche gli spettatori a bordo campo dovranno indossare delle apposite protezioni.

Ma la vera attrazione è data dal TIRO AL BATTELLO, di fantozziana memoria, che unisce l’abilità nell’uso della carabina alla tempestività di esecuzione, opportunismo e creatività. Da morire. Confermato invece il “TIRO” CON L’ARCO, nonostante le lamentele delle varie associazioni di sniffatori, che ne adducevano la difficoltà di esecuzione, volendola al limite sostituire chi col tiro con Marco (pannelliani), altri (specie le donne) con Garko, altri ancora (più nostalgici) con Sarko.

In ogni caso, ogni sera dopo le gare, atleti, giornalisti, allenatori, addetti ai lavori, tutti assieme al famoso VILLAGGIO LIBICO, per fraternizzare e cementificare lo spirito olimpico con bunga-bunga a volontà, amazzoni e quant’altro. Buone olimpiadi a tutti… e venga il migliore!!!


- Ci sono 0 contributi al forum. - Policy sui Forum -