Sei all'interno di >> :.: Culture | Musica |

Nozze d’oro con i Beatles. Il 5 Ottobre 1962 il loro primo disco

di Orazio Leotta - martedì 2 ottobre 2012 - 4220 letture

Lato A: “Love me do”. Lato B: “P.S. I Love you”. L’umanità festeggia i 50 anni di musica assieme alla celebre band di Liverpool. Dopo essersi esibiti in vari locali in riva al Mersey e in terra germanica, a più riprese, in quel di Amburgo, vennero le prime registrazioni negli studios di Abbey Road e il 5 Ottobre 1962, etichetta Parlophone, vide la luce il loro primo singolo. Sulla traccia del lato B, “P.S. I Love you”, ci sono pochi dubbi: è interamente farina del sacco di Paul McCartney. love-me-do[1] La scrisse durante la permanenza ad Amburgo presumibilmente tra Aprile e Giugno del 1962 e si dipana in forma di lettera sulla stessa stregua della futura “Paperback Writer”.

La registrazione definitiva avvenne l’11 Settembre del 1962 con McCartney voce e basso, John Lennon cori e chitarra ritmica acustica, George Harrison cori e chitarra acustica, Ringo Starr alle maracas e Andy White alla batteria. Discorso più complesso per quanto riguarda il lato A:”Love me do”. E’ per lo più merito di McCartney, ma Lennon vi intervenne senz’altro per quanto riguarda l’ottava centrale,il famoso middle eight. Dicesi middle eight: figurazione della durata di otto battute che compare solo una volta verso la metà della canzone e non si ripete più a differenza della strofa e del ritornello.

Il termine, a dire il vero, fu abusato dai Beatles, in quanto usarono tale terminologia a prescindere dal numero di battute e dal fatto che la figurazione si ripetesse o meno. Paul la compose all’età di sedici anni e fu una delle primissime canzoni del gruppo. Esistono tre registrazioni di questa canzone: una del 6 Giugno con Pete Best, più lenta e più lunga delle posteriori, un’altra con Ringo Starr alla batteria il 4 Settembre e un’altra con Ringo al tamburino e Andy White alla batteria l’11 Settembre. Love Me Do Parlophone[1]

La maniera più rapida per individuare quale versione di “Love me do” stiamo ascoltando è determinata dalla presenza del tamburino: se c’è è la versione dell’ 11 Settembre, altrimenti è quella del 4 con Ringo alla batteria. McCartney voce e basso, Lennon armonica a bocca, voce e chitarra ritmica acustica, Harrison chitarra ritmica acustica, Starr batteria (versione 1) e tamburino (versione 2), White batteria (versione 2). Il 45 giri “Love me do” arrivò al diciassettesimo posto nelle classifiche britanniche grazie soprattutto a vendite concentrate nella città di Liverpool.

Due curiosità: “Love me do” e “P.S. I Love you”, le due canzoni del loro primo disco, sono le sole tutt’ora di proprietà dei Beatles, i diritti delle altre furono comprate da Michael Jackson nel 1985; tutte le canzoni scritte da Lennon o da McCartney o da entrambi portano la firma Lennon-McCartney, ma inizialmente, esattamente per le prime sedici canzoni, fino a “Thank you Girl” compresa, recano la firma all’inverso e cioè McCartney-Lennon.


Rispondere all'articolo - Ci sono 0 contributi al forum. - Policy sui Forum -