Neuroni in fuga / di Adriano Todaro



sabato 22 aprile 2017 , Inviato da Redazione Zerobook - 1288 letture

Da Esopo in poi, passando da Pasquino, fino a Trilussa o a Micio Tempo, la satira è il metodo di scrittura e di comunicazione che ci rende tutti un po’ più umani. “La vita è una commedia scritta da un sadico che fa il commediografo”, faceva dire Woody Allen a un suo personaggio (in Caffé Society, 2016). La raccolta degli scritti di Adriano Todaro degli articoli pubblicati da Girodivite tra il 2008 e il 2017 dimostra la forza intatta dello sguardo etico che guarda alle miserie umane della politica senza fare sconti a nessuno, uno sguardo dal basso - dalla parte di tutti noi.


L’autore

JPEG - 42.3 Kb
Copertina di: Neuroni in fuga / di Adriano Todaro

Adriano Todaro, nato a Nova Milanese (prima provincia di Milano ed ora di Monza e Brianza) nel 1942. Negli anni ’60 ha lavorato in fabbrica, alla Autobianchi di Desio, alla catena-montaggio della 600 Multipla. Iscritto all’Ordine dei Giornalisti di Milano dal 1975, è stato direttore da questa data al 1995, di Unità a sinistra, mensile locale del Pci di Nova Milanesee collaboratore di vari periodici locali. Ha lavorato all’Unità e all’Ansa.

Nel 1994 è stato direttore responsabile del quotidiano Il quotidiano della Brianza. E’ stato fondatore e direttore responsabile, per diversi anni di carteBollate, mensile dei detenuti del carcere di Milano-Bollate dove ha prestato la sua opera come volontario. Ha pubblicato cinque libri:

1993 - “Autobianchi, vita e morte di una fabbrica”

1995 - “4 strade. Il romanzo-storia della Resistenza a Nova Milanese e in Brianza”

1997 - “Una vita in prestito”

1998 - “Dizionario politico-sociale di Nova Milanese”

2001 - “Un mattone lungo un secolo”

Come coordinatore della ricerca eseguita dai corsisti di Giornalismo, i seguenti libri:

2009 - "Una botta di vita" (sui 20 anni di vita dell’Unitre di Cesano Maderno)

2011 - "Dizionario politico-sociale di Cesano Maderno"

2014 - “Dizionario politico-sociale di Varedo”

Dal 2003 è docente all’Università delle Tre Età di Cesano Maderno dove tiene un corso su “Giornalismo e Storia del giornalismo italiano”. (Per statuto, tutti i docenti e il personale di segreteria sono volontari).

Sui libri, a parte i primi due che dal titolo si capisce cosa trattano, sugli altri c’è da dire che “Una vita in prestito” è la storia di un immigrato comunista di Monte S. Angelo (Foggia) che arriva a Nova Milanese senza nessuna esperienza cooperativistica e diventa vicepresidente di una grossa coop di abitazione. E’ la sua storia e la storia della cooperazione italiana. “Un mattone lungo un secolo”, invece è sempre in ambito cooperativo ma riguarda i 100 anni di vita di una grossa cooperativa di Novate Milanese (non Nova ma Novate che è un altro grosso centro alle porte di Milano).


Acquista il libro con il sistema del print-on-demand.

Acquista il libro in formato ebook.


La presentazione del libro il 27 maggio 2017 a Nova Milanese.



Rispondere all'articolo - Ci sono 0 contributi al forum. - Policy sui Forum -
Stampa Stampa Articolo
Ricerca
Inserisci la parole da cercare e premi invio
:.: Condividi

Bookmark and Share
:.: Articoli di questo autore
:.: Articoli di questa rubrica