Sei all'interno di >> :.: Primo Piano | Comunicazione |

Nasrin deve continuare il suo lavoro

Dal 13 giugno Nasrin Sotoudeh, avvocata iraniana per i diritti umani, è detenuta nella prigione di Evin, a Teheran.
di Redazione - martedì 24 luglio 2018 - 1013 letture

Nasrin è un’avvocata riconosciuta a livello internazionale per il suo lavoro in difesa dei diritti umani. Un impegno coraggioso, che già tra il 2011 e il 2013, le è costato decine di mesi in carcere.

Nasrin non si è fatta intimidire dal carcere e dai tentativi di metterla a tacere. Proprio per questo suo coraggio, da giugno, è di nuovo in prigione e rischia una condanna fino a 5 anni.

L’accusa ufficiale è di “diffondere messaggi di propaganda contro il sistema”, ma la sua vera colpa è di aver difeso alcune donne che si sono rifiutate pubblicamente di indossare il velo e hanno protestato contro questo obbligo.

Nasrin deve poter continuare il suo lavoro. Non è la prima volta che lottiamo al fianco di Nasrin: già in occasione del suo primo arresto le nostre firme sono state fondamentali per ottenere il suo rilascio. Per questo è importante essere in tanti a chiedere di nuovo libertà per Nasrin.

NASRIN%20(5)

Nasrin è detenuta nella prigione di Evin: una delle peggiori al mondo in cui il governo iraniano rinchiude i suoi oppositori politici. In questo carcere abbiamo più volte testimoniato il ricorso a terribili torture che, in alcuni casi, hanno anche portato alla morte dei detenuti.

Nei giorni che hanno preceduto il suo arresto Nasrin stava preparando la difesa di alcune donne che hanno protestato pubblicamente contro l’obbligo del velo in Iran. Con il suo arresto le autorità iraniane stanno negando a queste donne il diritto di farsi rappresentare da un avvocato liberamente scelto.

FIRMA


Rispondere all'articolo - Ci sono 0 contributi al forum. - Policy sui Forum -