Sei all'interno di >> Flash |

Morto Charles Jenkins, disertore Usa ex prigioniero in Nordcorea



martedì 12 dicembre 2017 , Inviato da Redazione - 1012 letture

Jenkins ha raccontato la sua rocambolesca vita in un libro: "The Reluctant Communist". Nel 1965, a 24 anni, disertò e riparò in Corea del Nord. Lì fu preso sotto il controllo del regime, assieme ad altri tre disertori americani, che furono prevalentemente utilizzati come "cattivi" nei film di propaganda di Pyongyang. Tra questi John Dresnok, morto in Nordcorea lo scorso anno secondo i due figli che vivono ancora sotto il regime di Kim Jong Un. Anche Dresnok fu fatto sposare con una donna rapita: la pittrice romena Doina Bumbea attirata nel paese asiatico con l’inganno mentre viveva a Roma e morta 25 anni fa.

I quattro disertori condussero una difficile convivenza e furono sottoposti a un serrato indottrinamento da parte dei loro "controllori" alle teorie di Kim Il Sung. Queste sedute ideologiche erano spesso noiose e ripetitive in maniera ossessiva, talvolta delle vere e proprie torture psicologiche. Le condizioni di vita, tuttavia, erano migliori rispetto a quelle dei normali nordcoreani, con razioni di cibo più ricche.


Rispondere all'articolo - Ci sono 0 contributi al forum. - Policy sui Forum -
Stampa Stampa Articolo
Ricerca
Inserisci la parole da cercare e premi invio
:.: Condividi

Bookmark and Share
:.: Articoli di questo autore
:.: Articoli di questa rubrica