MoVimento 5 Stelle Lentini - Informativa al Sindaco per la riduzione dei consumi energetici delle reti di illuminazione pubblica

Il MoVimento 5 stelle di Lentini insieme al deputato nazionale Filippo Scerra, in qualità di Capo Gruppo della Commissione Politiche dell’Unione Europea, e alla Portavoce Comunale Maria Cunsolo informano l’amministrazione che è stata pubblicata nella GURS n.24 un bando che prevede la concessione di agevolazioni in favore di Enti locali, per la riduzione dei consumi energetici.
di Giuseppe Castiglia - giovedì 12 luglio 2018 - 1096 letture

JPEG - 28.3 Kb
ZERO RISPOSTE RICEVUTE

- Al Sindaco di Lentini Saverio Bosco
- All’Assessore Lavori Pubblici Alessio Valenti
- Al Coordinatore 3° settore Lavori Pubblici Bruno Zagami
- All’Ufficio Protocollo

OGGETTO: Azione “4.1.3 – Adozione di soluzioni tecnologiche per la riduzione dei consumi energetici delle reti di illuminazione pubblica, promuovendo installazioni di sistemi automatici di regolazione (sensori di luminosità, sistemi di telecontrollo e di telegestione energetica della rete)”

Il MoVimento 5 stelle di Lentini insieme al deputato nazionale Filippo Scerra, in qualità di Capo Gruppo della Commissione Politiche dell’Unione Europea, e alla Portavoce Comunale Maria Cunsolo informano l’amministrazione che è stata pubblicata nella GURS n.24 un bando che prevede la concessione di agevolazioni in favore di Enti locali, anche nelle forme associative regolarmente costituite, per la realizzazione di opere pubbliche al fine di promuovere l’adozione di soluzioni tecnologiche per la riduzione dei consumi energetici delle reti di illuminazione pubblica.

La misura mette in palio una dotazione finanziaria di 72 milioni di euro.

Chi sono i beneficiari?

Potranno partecipare, anche in partenariato pubblico-privato, i seguenti soggetti:

1. i Comuni della Regione Siciliana, anche nelle loro forme associative regolarmente costituite al momento della presentazione dell’istanza, e cioè: le Unioni di Comuni o le Associazioni di Comuni mediante convenzione, che svolgano in forma associata il servizio di illuminazione pubblica.

2. i Liberi Consorzi comunali di Agrigento, Caltanissetta, Catania, Enna, Messina, Palermo, Ragusa, Siracusa e Trapani (ex Province regionali).

3. le Città Metropolitane di Palermo, Catania e Messina.

Cosa finanzia?

Attraverso la misura 4.1.3 verranno finanziate le operazioni di realizzazione di lavori pubblici (opere ed impiantistica) sulle infrastrutture del sistema di pubblica illuminazione esistenti finalizzate alla riduzione dei consumi energetici, inclusi gli eventuali interventi di sperimentazione e applicazione di innovazioni tecnologiche.

Saranno oggetto degli interventi le infrastrutture del sistema di pubblica illuminazione:

1. Adibite a uso pubblico e insistenti nel territorio della Regione Siciliana.

2. Di proprietà di amministrazioni pubbliche e che siano nella disponibilità esclusiva delle stesse, ovvero, nel caso in cui l ’infrastruttura non sia di proprietà dell’amministrazione proponente, quest’ultima può partecipare alla presente procedura a condizione di impegnarsi con le modalità previste

3. Muniti di diagnosi energetica,

4. Nel caso in cui il soggetto proponente alla data di presentazione della domanda abbia già aderito alla Convenzione Consip Servizio Luce o affidato il servizio integrato di conduzione, gestione e manutenzione degli impianti di illuminazione pubblica, potranno essere finanziati solo gli interventi di risparmio energetico, adeguamento tecnologico ed evoluzione tecnologica ulteriori rispetto a quelli già previsti nell’ambito del servizio già affidato.

5. Non sono ammissibili al beneficio i partenariati pubblico – privati costituiti con soggetti proprietari della rete d’illuminazione pubblica e affidatari della gestione del servizio senza procedura di evidenza pubblica. Con questa misura agevolativa potranno essere realizzate le seguenti tipologie d’interventi:

- • sostituzione/ammodernamento di apparecchi di illuminazione esistenti ( acquisto, installazione di materiali e attrezzature costituenti i singoli punti luce);
- • regolatori di flusso;
- • stabilizzatori di tensione;
- • dispositivi che consentano una corretta accensione e regolazione dell’impianto secondo i cicli di regolazione di cui alla norma UNI 11431:2011 e s.m.i.;
- • acquisto e installazione di elementi aggiuntivi compresi cablaggi per la trasmissione dei dati;
- • allacciamento ai servizi di pubblica utilità;
- • altri interventi finalizzati al risparmio energetico quali, a titolo esemplificativo: adeguamento delle potenze impegnate per singolo armadio alle potenze effettivamente assorbite da lampade, installazione di accessori e resistenze delle linee di alimentazioni più efficienti, crepuscolari elettronici, parziale sostituzione di cavi di alimentazione, pali, etc.
- • realizzazione di sistemi di telecontrollo che, mediante il monitoraggio in remoto dello stato di funzionamento degli impianti e la telesegnalazione dei guasti, consentano di ottimizzare i tempi di intervento e di riparazione dei guasti;
- • realizzazione di sistemi di telegestione che, oltre al telecontrollo, abbiano funzionalità che consentano da remoto l’accensione, lo spegnimento e la regolazione degli impianti;
- • realizzazione di qualunque altro sistema informatico di automazione ed attuazione che insista sull’impianto di illuminazione e che consenta una maggiore efficienza nell’erogazione del servizio e/o un migliore controllo sugli impianti;
- • interventi di ottimizzazione e massimizzazione dell’utilizzo dell’infrastruttura “impianto di illuminazione” per l’erogazione di servizi “orientati alle smart cities” all’Amministrazione e/o alla cittadinanza. Le soluzioni proposte, a titolo esemplificativo, possono essere orientate al controllo del traffico, al controllo meteo o dell’inquinamento, alla ricarica dei veicoli elettrici, alla video-sorveglianza, alla gestione dei parcheggi, alla promozione turistica, etc

Come funziona?

Il contributo finanziario in conto capitale è concesso fino al 100% della spesa totale ammissibile dell’operazione. Il contributo concedibile, in relazione all’intervento oggetto della singola istanza in favore di ciascun beneficiario, non può essere inferiore a euro 200.000 (duecentomila) e non deve superare euro 5.000.000 (cinquemilioni).

Per l’accesso alla procedura di presentazione della domanda è necessario che il soggetto, individuato dall’ente proponente, abbia eseguito preliminarmente le operazioni di registrazione e accreditamento al ͞Portale delle agevolazioni͟ reperibile all’indirizzo http://portaleagevolazioni.regione.sicilia.it .

Quando scade?

La prenotazione per la presentazione delle istanze potrà essere effettuata nel periodo di apertura dello ͞Sportello͟, a partire dalle ore 10:00 del 16/07/2018 e fino al 30/08/2018 ( cioè dal 45° giorno e fino alle ore 12:00 del 90° giorno successivo alla data di pubblicazione dell’ avviso sulla Gazzetta Ufficiale della Regione Siciliana avvenuta giorno 01/06/2018).

Il bando è stato pubblicato il 1 giugno 2018

http://www.gurs.regione.sicilia.it/Gazzette/g18-24o/g18-24o.pdf Per maggiori info http://pti.regione.sicilia.it/portal/page/portal/PIR_PORTALE/PIR_LaStrutturaRegionale/PIR_AssEnergia/PIR_DipEnergia/PIR_DipEnergia_News?stepThematicNews=det_news&idNews=197099536&thematicFilter=PIR_ArchivioNewsUfficioEnergia

Lentini 11 luglio 2018

Cittadina eletta al Consiglio Comunale per il Movimento 5 Stelle Maria Cunsolo

PDF - 444.2 Kb
Bando riduzione consumi energetici


Rispondere all'articolo - Ci sono 0 contributi al forum. - Policy sui Forum -
Versione per la stampa Versione per la stampa
Ricerca
Inserisci la parole da cercare e premi invio

:.: Articoli di questo autore
:.: Articoli di questa rubrica