Sei all'interno di >> :.: Primo Piano | Lavoro |

Mercoledì 22 febbraio USB ai cancelli di FCA


Ha cambiato acronimo, ma la più grande azienda italiana è rimasta antagonista della classe operaia e dei suoi diritti. (Editoriale della Usb)
mercoledì 22 febbraio 2017 , Inviato da Redazione Lavoro - 1465 letture

Mercoledì 22 febbraio USB sarà davanti ai cancelli degli stabilimenti Fca Mirafiori, Melfi, Sevel, Termoli perché è necessario continuare a denunciare la disumanità del modello Marchionne.

Licenziamenti disciplinari; assurdi divieti di andare in bagno per gli operai delle linee; taglio delle pause, trasferimenti in massa di lavoratori da uno stabilimento all’altro; ritmi, carichi e orari sempre più pesanti e, insieme, cassa integrazione, negazione della democrazia sindacale, spoliazione di diritti, salari più bassi di un metalmeccanico.

JPEG - 34 Kb
fca

Non può calare il silenzio su quanto accade negli stabilimenti FCA. Quando un lavoratore è costretto a urinarsi addosso perché gli viene impedito di andare in bagno o quando viene licenziato a causa delle gravi conseguenze dell’esposizione continuata a sostanze allergeniche, vuol dire che il lavoro è divenuto disumano, privato cioè della dignità e del valore a cui ha diritto.

Il cosiddetto miracolo industriale di Marchionne è frutto di un modello schiavistico e autoritario imposto grazie agli accordi della vergogna sottoscritti dai sindacati complici.

FCA deve le sue straordinarie performances economiche al sangue, al sudore, alla fatica delle lavoratrici e dei lavoratori.

USB sarà davanti ai cancelli con l’obbiettivo di proseguire la battaglia contro quel modello, per una vertenza generale in FCA.

A Melfi da mesi sosteniamo lo sciopero delle domeniche, mentre nella Sevel di Atessa, con alte percentuali di adesione, lottiamo contro il taglio delle pause. E non ci fermeremo!


Rispondere all'articolo - Ci sono 0 contributi al forum. - Policy sui Forum -
Stampa Stampa Articolo
Ricerca
Inserisci la parole da cercare e premi invio
:.: Condividi

Bookmark and Share
:.: Articoli di questo autore
:.: Articoli di questa rubrica