Sei all'interno di >> :.: Culture | Musica |

Marlene Kuntz live a Palermo

S’avvicina l’appuntamento palermitano con i Marlene Kuntz. Suoneranno il 17/7 al TribeMusicFestival

di Tano Rizza - mercoledì 14 luglio 2004 - 5814 letture

S’avvicina l’appuntamento palermitano con i Marlene Kuntz. La band di Cuneo sarà nel capoluogo presso la Fiera del Mediterraneo per il palinsesto del TribeMusicFestival. I Marlene si esibiranno live per la loro unica data in Sicilia sabato 17 Luglio. Appuntamento da non perdere per gli appassionati del Rock alternativo italiano i Marlene presenteranno il loro ultimo lavoro "Senza Peso" e offriranno brani diventati emblema di una generazione, quella cresciuta con i suoni tirati all’infinito dei loro album storici come "Catartica" ed "Il Vile".

I Marlene nascono a Cuneo nel 92 e dopo diversi demo danno vita al loro primo lavoro discografico "Catartica" siamo nel 1994. Catartica rappresenta uno spartiacque nella scena musicale italiana, propone e distribuisce le prime sonorità noise fin ad allora sconosciute al pubblico italiano il successo è immediato, Cristiano Godano e soci instaurano subito un feeling con il loro pubblico che da quel momento in poi seguirà la band per molto tempo. Suoni nuovi che la scena italiana attendeva da qualche tempo ed i fan di gruppi come i Sonic Youth capiscono di aver trovato il corrispettivo in lingua italiana delle sonorità robuste d’oltre oceano. Testi personalissimi che sfiorano la metafisicità (la cosa continuerà in tutti i loro futuri lavori) ed arrivano alle menti degli ascoltatori coinvolgendoli. Capolavori assoluti di Catartica sono pezzi come "Nuotando nell’aria" e "Sonica" per un cd tutto da ascoltare nei suoi 60 minuti d’innovazione musicale.

Segue un altro lavoro di rara intensità, stiamo parlano di "Il Vile" 1996, un album acido, incazzato e disperato. Ascolto tutto all’insegna della furia delle corde dei Marlene che graffiano, pesantemente, le orecchie con i loro suoni e le coscienze con le loro parole. I Marlene crescono e s’impongono come gruppo portante della nuova scena del rock alternativo nazionale. Tracce diventate storiche de "Il Vile" sono "Cenere" narra di una follia isterica ed erotica con un supporto strumentale che è un muro di suono che penetra nei corpi dell’ascoltatore, da ricordare anche "Overflash" resoconto di un imminente Overdose ed un’ancora più imminente flash mentale. Un monito per stare a debita distanze dalle droghe, anche qui l’impatto sonoro e notevole.

Il terzo lavoro dei Marlene Kuntz "Ho ucciso paranoia" 1999, pubblicato in versione singola e con un cd aggiuntivo intitolato SPORE. Nello stesso anno è uscito il live H.U.P. LIVE IN CATHARSIS. Cosi definiscono il loro terzo lavoro i Marlene "Ho ucciso Paranoia è eloquente". Ma poiché il punto di vista generico e volgare fa sì che le paranoie abbondino e valgano meno che le ossessioni, l’ambigua presenza di disagi e sentimenti incomodi che onora di sé le canzoni mette in dubbio quella catartica certezza. Metafisicità sempre all’agguato per la band di Cuneo. Suoni ancora tirati e pesanti parole che sono il loro corrispettivo su inchiostro.

Veniamo al passato recente. Il loro quarto lavoro "CHE COSA VEDI", cui partecipa in un brano (La canzone che scrivo per te) anche Skin degli Skunk Anansie. C’è qualcosa di nuovo in casa Marlene i ragazzi sembrano meno arrabbiati e più maturi. I suoni risultano più leggeri ma la continuità con i loro passato non è mai messa in discussione, connettivi sicuri sono brani come "Cara e la Fine" e "Canzone di oggi". Suoni nuovi in questo lavoro più intimistico dei precedenti con innovazioni e sperimentalismi che vanno di pari passo con la crescita della band.

A Palermo, come dicevamo, i Marene Kuntz presenteranno la loro ultima fatica discografica "Senza Peso" registrato nel 2002 a Berlino con la produzione di Rob Ellis e Head, già collaboratori di P.J. Harvey. Sicuri di un live di altissimo livello invitiamo gli appassionati di sonorità rock che trasbordano nel noise a non perdere l’appuntamento M.K.


Rispondere all'articolo - Ci sono 0 contributi al forum. - Policy sui Forum -