Sei all'interno di >> :.: Rubriche | Sportivamente |

Mam Villa Zuccaro Santa Teresa – Europea 92 Isernia 3-1 (25-15, 22-25, 25-23, 25-21)


Passerella finale anche per chi nel corso della stagione ha giocato di meno
domenica 7 maggio 2017 , Inviato da Orazio Leotta - 1233 letture

Si chiude con un’altra vittoria il trionfale cammino del Volley Santa Teresa nel campionato di Serie B1 girone D: 22 vittorie complessive, quattro sole sconfitte, in casa soltanto vittorie. Il prossimo anno sarà Serie A2, girone unico nazionale. Ancora assente Jimenez, le redini della panchina, anche in quest’ultima di campionato, sono in mano al tecnico campano Gianpaolo Marino che schiera Agostinetto in palleggio, Bilardi e Composto centrali, Pietrangeli libero e in attacco Bertiglia, Romani ed Escher. Dal canto suo Francesco Montemurro parte con Baruffi in cabina di regia, Boffa libero, l’ex Mercieca e Murri centrali, capitan Montillo, Morone e Santin bocche di fuoco.

L’avvio del primo set è inizialmente equilibrato, si va punto a punto fino al 4-3, poi piccolo allungo locale, Bertiglia sigla l’8-5 e si va al primo riposo. Scappano le rosso-blu di casa, Bilardi firma tre punti consecutivi, Romani ne sigla uno schiacciando dalla seconda linea, Bertiglia è fantastica in un muro a uno e si va al secondo riposo sul 16-9 su errore della Morone. Sul 18-10 spazio a Caruso e Cassone in luogo di Agostinetto e Bertiglia. Sul versante opposto, Miceli per Santin (la sostituzione sarà spesso riproposta in corso di gara) e proprio un ace di Martina Miceli riduce lo svantaggio ospite fino al 19-13 ma un devastante turno alla battuta di Ambra Composto conduce le sue a un tranquillo finale di set poi fissato sul risultato di 25-15.

Federica Pietrangeli e le sue compagne cantano assieme agli Eagles

La seconda frazione è appannaggio delle molisane ma sono le locali a condurre a lungo tanto da far pensare che questo set si dipanerà secondo l’andamento del primo: primo stop sull’8-4 con due punti consecutivi di Martina Escher e secondo riposo sul 16-10. E’ con la Mercieca al servizio (al suo attivo anche un ace) che le ospiti agganciano e poi sorpassano le locali complici anche alcuni attacchi fuori della Escher e un’invasione a rete fischiata alla Agostinetto. Federica Cassone porta le sue nuovamente avanti (18-17), poi si va punto a punto e una doppia felice conclusione di Ambra Composto fissa il risultato sul 20-20. Ancora parità sul 22-22 ma prima la Murri, poi un attacco fuori di Benny Bertiglia e infine una felice conclusione della Mercieca fissano il risultato finale sul 22-25.

Gli Eagles ininterrottamente sostengono le loro beniamine e suonano la carica per l’incipiente terzo set. Le ragazze di casa saranno sorrette per tutta la durata della gara…e anche dopo. Terzo set: allungo ospite sotto i colpi della Morone e nonostante due felici conclusioni della Bertiglia si va al primo time-out tecnico sul parziale di 4-8. Stessa solfa lungo il cammino che porta al secondo riposo: Mercieca mette sempre in difficoltà le santateresine col suo servizio (due ace consecutivi), la Cassone è murata dalla Murri e una Mano de Dios della Agostinetto non basta e si va a chiudere sul 12-16. Ace sporco della Murri per il 12-17. Si teme il peggio, il parziale si mantiene sulla stessa falsariga fino al 14-19. Lento, ma costante, il recupero delle locali: un pallonetto di Benny Bertiglia (il punto del 19-21) costringe Montemurro a un discrezionale. Errore in palleggio fischiato a Giulia Agostinetto ma poi è solo Mam Villa Zuccaro: Bertiglia prima, doppio Composto, errore in attacco della Santin dopo un miracoloso recupero della Pietrangeli e a nulla vale il break della Pontillo perché la Bertiglia, prima dalla seconda linea e poi con un pallonetto, chiude il parziale sul 25-23.

E’ la svolta della partita. Il quarto set, a dispetto del risultato (25-21), non è mai in discussione. Avvio fulminante (4-0) e primo stop sull’8-4. Secondo riposo sul 16-9 (Bertiglia schiaccia potente entro la linea dei tre metri). Da segnalare anche un ace sporco della Romani che forza sempre la sua battuta mettendo spesso in ambasce la retroguardia ospite. Non c’è più storia, si va sul 21-11. Un’ace di Valeria Consolo porta le rosso-blu sul 23-12, poi alcune disattenzioni difensive sulle bordate di servizio della Montillo prima e della Mercieca poi avvicinano le ospiti ed è paradossalmente proprio un errore alla battuta della messinese in forza all’Europea Isernia che chiude la gara. Tre a uno il computo dei set con le giocatrici di casa che si uniscono in curva agli Eagles a cantare e suonare insieme per l’ultima volta in questa stagione.

dopo la vittoria le ragazze ringraziano la tifoseria

Le molisane hanno ben figurato, la grinta di capitan Montillo, le geometrie di Sara Angone (non col suo tradizionale n.4 ma con un’insolita casacca dove il bianco numero 18 era parzialmente colorato di blu e ne diveniva un 13) e un’assatanata Matilde Mercieca, grandissima prestazione la sua e top player di giornata al pari di Benny Bertiglia, non sono passate inosservate. Delle locali che dire più di quanto non è stato detto finora? Semplicemente FANTASTICHE e INDIMENTICABILI.

IL TABELLINO

S.Teresa 3

Isernia 1

Set: 25/15, 22/25, 25/23, 25/21

S. Teresa: Consolo 1, Caruso 1, Bilardi 6, Agostinetto 3, Romani 6, Cassone 5, Escher 7, Pietrangeli (L), Composto 12, Bertiglia 20, Triolo (l2), De Luca, Catalano. All. Marino

Isernia: Baruffi 1, Angone 2, Bernava 1, Montillo 8, Mercieca 20, La Rocca, Santin 3, Miceli 1, Murri 12, Boffa (L), Morone 8. All. Montemurro.

Arbitri: Lentini e Spinella di Catania

Durata set: 24’, 27, 29’, 29’


Rispondere all'articolo - Ci sono 0 contributi al forum. - Policy sui Forum -
Stampa Stampa Articolo
Ricerca
Inserisci la parole da cercare e premi invio
:.: Condividi

Bookmark and Share
:.: Articoli di questo autore
:.: Articoli di questa rubrica