Sei all'interno di >> Eventi in giro |

MISSIONE SORRISO IN ABRUZZO: "AMBULATORIO DI.. COCCOLE"

realizzare un coordinamento missione in abruzzo un’esperienza a confronto..............

di Enzo Maddaloni - mercoledì 22 aprile 2009 - 2550 letture

Dopo l’esperienza "in prima linea" dei clown dottori e sociali. Il Comitato Raduno Nazionale Clown Dottori sostiene la proposta fatta da alcune associazione di clown dottori e sociali dell’Abruzzo di costituire una rete delle associazioni di volontariato per proseguire l’esperienza ed assicurare una presenza costante e programmata sul territorio dell’Aquila colpito dal sisma.

Il Comitato non profit RNCD www.radunonazionaleclowndottori.org che già raccoglie l’adesione di alcune di queste associazioni in particolare nel sud italia ha definito alcuni punti di riflessione in un documento pubblicato nel blog

http://radunonazionaleclowndottori.blogspot.com/2009/04/missione-sorriso-in-abruzzo-ambulatorio.html

...e sta preparando anche una relazione articolata sull’esperienza diretta fatta dall’11 aprile al 13 aprile 2009.

Questi i punti fondamentali del documento elaborato dai quattordici clown dottori che hanno preso parte alla "missione: ambulatori di.. coccole"

RIFLESSIONI & PROPOSTA:

1. L’appello lanciato a suo tempo dalla Ministro delle Pari Opportunità è stato accolto da diverse associazioni di clown dottori che praticano la comico terapia;

2. Per quello che c’è dato sapere ad oggi il Ministero delle Pari Opportunità coordina direttamente le attività attraverso l’Avv. Emanuela Trevi e chiunque può rivolgersi per infirmazioni e.trevi@governo.it ;

3. La difficoltà sta nel poter avere uno spazio (vicino) ai campi tenda dove piazzare le proprie tende per la notte in maniera autonoma, autosufficienti ed in sicurezza. Per questo c’è bisogno di una conoscenza dei posti ed in questo caso le associazioni dell’abruzzo dovrebbero coordinare loro direttamente contattando nel caso direttamente un Responsabile del Campo della Protezione Civile. Così si può risolvere positivamente per "piazzare le proprie tende" o parchegiare in tutta sicurezza un "camper base" per il pernottamento dei clown. In ogni caso senza pesare sull’esigenze assistenziali del campo stesso. Essere autonomi è un’obbligo!

4. Fatte salve le libere iniziative il Ministero suggerisce di muoversi in maniera coordinata da qui l’esigenza già rappresentata di realizzare una rete di associazioni che definiscano un calendario per la presenza nei territori. Per questo riteniamo che sarebbe opportuno che le associazioni presenti già nel territorio Abruzzese facessero una mappa dei bisogni per informare tutti delle necessità d’intervento, coordinandone tempi, modalità e luoghi.

5. Si potrebbe avviare a cura delle associazioni abruzzesi un certo tipo di procedura: a) definire i bisogni; b) definire un calendario; c) individuare le risorse (associazione e clown disponibili a…); d) informare il ministero delle pari opportunità all’indirizzo via e mail nella persona dell’avv. e.trevi@governo.it (fatto salvo ogni altra utile e libera iniziativa) che si intende realizzare; e) contattare preventivamente il responsabile del campo della protezione civile.

6. Ricercare un punto di contatto con la protezione civile del campo può facilitarci, non tanto l’accesso al campo, ma quanto semmai stabilire con loro se c’è una possibilità per parcheggiare il camper mobile degli “ambulatori di coccole” e/o anche come nel nostro caso del campo “base” di Filetto-Aquila (zona abbastanza sicura.....fa freddo la notte a 1000mt slm) ma potrebbe essere una cosa buona e giusta come punto di partenza per le visite ai campi vicini;

7. Nei giorni 11, 12, 13, aprile 2009 avevamo contattato tramite la protezione civile della Campania il coordinatore del campo di Filetto che ci garantì almeno un’aria di sosta sicura per montare le tende e parcheggiare gli automezzi;

8. State tranquilli dell’accoglienza nei campi saranno felici di farlo appena vi vedono;

9. Il problema della sicurezza è centrale e bisogna sempre pensare che “stamm sotto u’ciel” nel senso che siamo in zona di un post terremoto e che le scariche potranno continuare anche per quattro cinque mesi anche con scosse significative. La storia dei sisma in Italia a partire dall’Irpinia, ecc. ci insegna, e quindi, bisogna stare sempre attenti a non avvicinarsi a case o centri abitati pericolanti ecc, dormire in tenda, o in camper (d’altronde viene l’estate) in spazi aperti, lontani da case o muri pericolanti, è la cosa più sicura;

10. E’ certamente pericoloso recarsi in alcune zone, ma li non vi fanno proprio entrare ed è inutile andarci perchè non c’è nessuno;

11. Una cosa che bisogna sapere è che il terremoto dell’Aquila ha fatto più danni nei paesi a valle, che in alto, e nella direttrice Aquila…Paganica Aganica….Onna…..Poggio Picenzie e quindi fare campo base ad esempio nei paesini come Filetto o Camarica più a monte è certamente più sicuro che mettere tenda all’Aquila giusto per intenderci e considerate che Filetto non è un paese ma una frazione dell’Aquila e tutti i paesi sono nel raggio di venti/trenta chilometri +/- la questione è da considerarsi come soluzione migliore e strategica;

12.E’ evidente che quando si entra in un campo si deve essere informati sulla situazione e provenienza degli ospiti per ovvi motivi anche per valutare la giusta modalità di approccio clown;

13. Certo che sono necessari preparazione e coordinamento con tutti gli organismi di soccorso ma pensate che alla base dell’intervento che facciamo c’è un semplice gesto d’amore e molte volte abbiamo agito anche per sostenere gli stessi volontari della protezione civile dandoci una "mano". Nella nostra esprienza abbiamo fatto i camerieri, i magazzinieri di farmacia nel mettere a posto i farmaci in armadietti di fortuna; abbiamo garantito un presidio medico grazie alla presenza in euqipe di clown dottore "mierec overe" e l’euqipe sarebbe il caso costituirla anche se ci sono queste professionalità con un infermiere ed un terapista della riabilitazione sono figure professionali importanti per costituire un gruppo clown di "prima linea" è evidente che gli stessi devono avere anche una formazione clown;

14. Tutto ciò servirebbe a rendere la vita più semplice anche alla coordinatrice del Ministro che ci chiede "professionalita";

15. Per questo ogni singola associazione si dovrà far carico di garantire non solo per il percorso formativo del clown dottore che invierà in missione, ma anche che lo stesso possa seguire diciamo un "fuori" protocollo frutto anche dell’esperienza in progress degli interventi dei diversi clown che prima hanno fatto questo tipo di esperienza. Il "fuori" protocollo potrebbe essere la raccolta di esperienza proprio dei clown dottori già impegnati sul campo e che potrebbe essere fatta cicrcolare o via internet o pubblicata (come in questo caso) su siti non profit (e ciò per evitare speculazioni di sorta). Nella sostanza pubblicato e distribuito di volta in volta in maniera gratuita a tutti i clown soci, sui siti delle associazioni, elaborato in progress (come abbiamo detto) in progress sull’esperienze dirette sul “campo” e delle stesse osservazioni che di volta in volta perverranno al "coordinamento abruzzese” dai singoli clown. E’ chiaro che gli opuscoli se pure messo in vendita al pubblico il ricavato dovrebbe essere destinato alla raccolta fondi per la ricostruzione e parte per finanziare le missioni cosi potremmo contribuire doppiamente;

16. In questo caso va detto che la formazione dei Clown Dottori è certificata dall’Associazione (nella persona giuridica del presidente) di cui è socio, garantendo le coperture assicurative obbligatorie, nel mentre, il curricula vitae personale dal Clown stesso (persona fisica);

17. NON SONO PREVISTI KIT di SOPRAVVIVENZA MA SOLO BUON SENSO. Al massimo un pò di cioccolato per autococcole!

Nota: Per partecipare alla costituzione del coordinamenti Missione Sorriso in Abruzzo: "AMBULATORI di... COCCOLE" dovrebbe esssere necessario che ogni associazioni dichiari la propria disponibilità inviando un’email di adesione. Lo stesso Coordinamento dovrebbe essere relaizzato nel Centro Servizi per il Volontariato d’Abruzzo (come già proposto da alcune associazioni abruzzesi).

"CLOWN DI TUTTO IL MONDO ARRUNIAMOCI"

Comitato Promotore RNCD http://www.radunonazionaleclowndottori.org/ info@radunonazionaleclowndottori.org


- Ci sono 0 contributi al forum. - Policy sui Forum -
Versione per la stampa Versione per la stampa
Ricerca
Inserisci la parole da cercare e premi invio

:.: Documenti allegati
RELAZIONE FINALE MISSIONE SORRISO IN ABRUZZO: "AMBULATORIO DI..COCCOLE"

Pubblichiamo questa relazione come possibile "strumento" e contributo di confronto di un’esperienza. Il Comitato RNCD di Flumeri (AV)
:.: Articoli di questo autore
:.: Articoli di questa rubrica