Sei all'interno di >> :.: Culture | Libri e idee |

Luciana Littizzetto & Franca Valeri “L’Educazione delle Fanciulle” (Einaudi)

Un originale vademecum per forgiare le signorine del ventunesimo secolo

di Emanuele G. - martedì 25 dicembre 2012 - 3965 letture

Certo la recensione arriva con un qualche ritardo. Troppi libri da recensire e pertanto non si riesce a tenere la contemporaneità della recensione con la pubblicazione. Spero che le gentile autrici del libro – Littizzetto e Valeri – siano clementi con il modesto recensore che hanno davanti.

“L’Educazione delle Fanciulle” è stato – e lo è ancora – uno dei casi letterati dell’anno in corso. Si tratta dell’incontro di due spiccate e forti personalità del panorama femminile italiano. Personalità piuttosto differenti fra loro. La Littizzetto un vulcano di parole e sempre sui bordi. La signora Valeri raffinata interprete di un “certain renard” sulla vita. Nonostante tale differenziazione caratteriale l’amalgama è stata piuttosto indovinata poiché il libro funziona.

Il libro, e lo dicevo innanzi, funziona perché non ha nulla di pedante. La struttura del medesimo è un dialogo fra una giovane rappresentante del gentil sesso e una delle signore dello spettacolo italiano. Un dialogo facondo. Pieno di humour e paradossi. Tecniche utilizzate per meglio far veicolare il messaggio del libro che cerca di stilare un vademecum in favore alle signorine del ventunesimo secolo.

Un vademecum difficile poiché la società contemporanea non è lineare come quella di qualche decennio fa. Di conseguenza le fanciulle di oggi hanno più pericoli rispetto al passato. Diciamo che lì fuori c’è una giungla. E le fanciulle devono essere edotte su come affrontare “la brutta bestia”. Al secolo la società di oggi. Gli insegnamenti hanno il merito di non cadere dall’alto. Sono somministrati con un particolare tatto che rende il libro un autentico spasso. Uno spasso che non significa “risate”, ma una modalità pedagogica con l’espresso intento di mettere in giusto rilievo alcune tematiche che le autrici considerano essenziale per le finalità stesse del libro.

Un libro “leggero”, originale e che apre sia la mente che gli occhi.


- Ci sono 0 contributi al forum. - Policy sui Forum -