La gentilezza è la salvezza del mondo

Quando avevo 25 anni circa mi ero colorato i capelli tipo fuochi d’artificio. Forse potrebbe dirsi che ero ridicolo. A me divertivano. Quasi rasati dietro e con delle specie di treccine colorante sul davanti.

di Ugo Giansiracusa - martedì 18 febbraio 2020 - 925 letture

Quando avevo 25 anni circa mi ero colorato i capelli tipo fuochi d’artificio. Forse potrebbe dirsi che ero ridicolo. A me divertivano. Quasi rasati dietro e con delle specie di treccine colorante sul davanti.

Non essendo mai stato avvenente, dopo i 5 anni, e non avendo mai avuto un fisico da far girare le ragazze (se non dall’altra parte) forse era il mio modo per attirare l’attenzione.

O forse era semplicemente espressione di un animo ribelle e anticonformista.

Sono sempre stato piuttosto gentile ed educato, anche se non vincerò mai un premio dei boy scout, ma in quel periodo lo ero ancora di più.

Mi divertivo moltissimo a comportarmi con un mix di lord inglese e suora indiana, pur senza voto di castità .

Mi piaceva vedere negli sguardi sgretolarsi i luoghi comuni. Uno come me sarebbe dovuto essere senza regole e senza rispetto.

Io andavo in giro come un manifesto della buona educazione e del senso civico.

E distruggere gli stereotipi a colpi di sorrisi, cordialità, e gesti gentilimi dava infinitamente gusto.

Ecco anche se oggi posso giocare meno con il ribaltamento dei luoghi comuni credo sia ancora più importante avere un atteggiamento quasi irreprensibile.

Nell’Italia di oggi basta essere un cittadino medio (essere la gente) e comportarsi da cittadino medio (persona con senso morale e civico) per ribaltare i luoghi comuni e mettere in atto un processo rivoluzionario.

La gentilezza è la salvezza del mondo.


Rispondere all'articolo - Ci sono 0 contributi al forum. - Policy sui Forum -