La disperazione di una commerciante di Lecce

"Io e mio marito non sappiamo più che fare! A volte ci viene voglia di morire, così chiudiamo gli occhi."
di Giovanni Schiava - giovedì 12 agosto 2010 - 2036 letture

Sul forum di Girodivite.it è stato pubblicato il seguente post. Riteniamo sia giusto dare ulteriore risalto a questo disperato annuncio.

Ciao a tutti, sono Anna Milo di Lecce, sono una piccola commerciante. Sapete bene che da tre anni il commercio si è fermato, nessuno ci aiuta. Equitalia ci distrugge, le banche quando c’è il sole ti offrono l’ombrello, quando piove te lo tolgono: io e mio marito non sappiamo più che fare! Lui è disoccupato da dieci anni, nessuno lo ha mai chiamato, chissà… Quasi ho vergogna di essere in Italia, noi siamo sul lastrico, non so come andrà a finire. Le finanziarie ti prestano i soldi ma se vedi bene i tassi sono esorbitanti; se chiudiamo e andiamo via è perché lo Stato non ti aiuta, sapete perché… A volte ci viene voglia di morire, così chiudiamo gli occhi. Speriamo solo che Dio ci dia forza di andare avanti e combattere con tutta la forza… Ma Dio si e dimenticato di noi.”

Risposta.

Cara Anna, leggo solo adesso il tuo annuncio. Le tue parole di disperazione mi rattristano enormemente. Non posso sottrarmi al dovere di invitarti a non arrenderti. Non saprei cosa suggerirti di concreto, quale azione dobbiate intraprendere tu e tuo marito per uscire dal tunnel in cui vi trovate, ma certamente posso ricordarti che la rinuncia non porta a nulla di buono. Combatti, combattete con tutte le vostre forze, perlomeno vi sentirete utili a voi stessi. Proporrò la pubblicazione del tuo accorato appello alla redazione di Girodivite.it.

Tu e tuo marito sostenetevi a vicenda, datevi forza. A me non resta che augurarvi il più grosso in bocca al lupo!

Con affetto, Giovanni Schiava.


Rispondere all'articolo - Ci sono 0 contributi al forum. - Policy sui Forum -