Sei all'interno di >> GiroBlog | L’Uomo Malpensante |

La Sicilia non ha bisogno di un nuovo Centro Direzionale

Continuano le ipocrisie della politica siciliana

di Emanuele G. - sabato 13 marzo 2021 - 899 letture

E’ di queste ore la notiza secondo cui la Regione Siciliana vorrebbe centralizzare tutti i suoi uffici in una megastruttura dal modico costo di 425 milioni di euro. Una pazzia totale in tempi tristi per l’economia e a causa del Covid-19.

Ma la nostra classe politica si accorge dei mille problemi e delle mille necessità che assillano oramai da decenni la nostra amata isola? Abbiamo bisogno di tutto. Vogliamo fare un elenco succinto.

A livello di trasporti siamo ancora all’anno zero. Abbiamo bisogno di investire di più in tale settore strategico per lo sviluppo dell’isola. Quando intendo dire trasporti mi riferisco a strade (quelle che abbiamo sono da terzo mondo), mobilità ferroviaria, aeroporti, porti e strutture di logistica.

La sanità è un altro settore dove dovremmo investire molto di più creando quella tanto agognata e strombazzata sanità di prossimità. E’ necessario incrementare gli ambulatori periferici, rinforzare i piccoli ospedali, dotare i medici di famiglia di idonei strumenti, migliorare la preparazione del personale medico e infermieristico, l’assistenza sanitaria domiciliare. Insomma in tale settore c’è un gigantesco lavoro da intraprendere.

Dove sono le politiche per il lavoro? L’occupazione qui è ai minimi livelli. Giovanni e donne patiscono in modo particolare la disoccupazione. E’ d’uopo collegare istruzione, formazione e mondo del lavoro. Le università non devono essere solo di eccellenza, ma devono creare la futura classe dirigente della nostra isola. Bisogna rendere più facile il credito. Alleggerire il carico burocratico che ogni azienda deve sobbarcarsi ogni anno. Sviluppare la logistica di supporto al lavoro. Liberare la Sicilia, infine, dal gioco della corruzione e della mafia.

Cosa ne vogliamo fare del turismo? Una parola che diventa progettualità vera oppure la solita parola che si usa in convegni per poi essere dimenticata rapidamente? Eppure la Sicilia è l’isola al mondo con il più importante patrimonio archeologico e monumentale. Solo questo dovrebbe spingere chi ci governa a dedicare anima e forza a rendere la nostra isola l’isola turistica per eccellenza. Cosa che purtroppo non siamo essendo superati persino dalla Baleari che non hanno nulla da offrire.

Quindi di ambiti dove spendere questi 425 milioni di euro ci sono, eccome. Pertanto, è un’idea senza senso quella di costruire un inutile quanto gigantesco centro direzionale soprattutto ora che grazie alle moderne tecnologie di informatica e informatizzazione non c’è più bisogno di un ufficio vero e proprio per lavorare.

Che è un idea per fregarsi i "Recovery Funds" europei?


Rispondere all'articolo - Ci sono 0 contributi al forum. - Policy sui Forum -