La Sicilia non è un’isola per mamme e nemmeno per giovani

La Sicilia che isola è? Una terra di vecchi anziani dove si muore e non si nasce per aver abbandonate le famiglie al loro destino...

di Luigi Boggio - domenica 5 novembre 2023 - 972 letture

Non è un’isola per mamme. Le cause sul perché in Sicilia si nasce di meno sono diverse anche di natura strutturale, mancano pure gli asili nido. Non basta volere i figli, bisogna essere in condizioni di poterli allevare con amore e cura per accompagnarli lungo gli anni del loro sviluppo e crescita. Per farlo necessitano le condizioni derivanti il lavoro non di un solo genitore ma di entrambi, senza il venire meno del ruolo della donna. Conciliare la genitorialità con il lavoro non riguarda solo le donne ma anche gli uomini. Non è facile, ma bisogna creare le condizioni per una crescita della società che parta dal rapporto uomini-donne dentro e fuori la famiglia e da un’educazione sentimentale tanto necessaria quanto urgente sin dalla nascita e durante la vita. Un tema molto sensibile, per uscire dalle solite impalcature mentali, che riguarda uomini e donne di ogni generazione. In sintesi ognuno di noi.

Non è nemmeno un’isola per giovani. Giovani che vanno via e che quando trovano del lavoro vengono sottopagati. Sfruttamento e paghe basse senza la possibilità di vivere degnamente e in condizioni di formarsi una famiglia. Nel concorso per 46 posti alla Forestale hanno partecipato circa 20 mila ragazzi e ragazze dai 18 a 30 anni. Un concorso sin dall’inizio contestato con in corso delle indagini della Procura di Palermo. Anche in questo bisogna fare parlare. Nel frattempo continua la fuga dei giovani laureati. Si calcola una media di 7 mila fughe negli ultimi anni. Ancora questo ceto politico che governa la Regione non capisce che senza investimenti nelle nuove politiche industriali e nel capitale umano non si va da nessuna parte. Non possiamo accontentarci dell’incremento del turismo che ha creato, come si legge in alcuni studi, del lavoro ma di bassa qualità. È chiaro che bisogna alzare il livello della qualità degli investimenti per la creazione di nuovi lavori e la ricerca di fronte alle trasformazioni che stanno avvenendo in molti campi dell’operare economico e umano. È insopportabile che ci sono giovani che non studiano e non lavorano. Un fenomeno insieme ad altri tristi fenomeni come la diffusione della droga e l’alta percentuale di evasione scolastica.

JPEG - 115.5 Kb
Letizia Battaglia - Arkhangelsk, URSS 1989

La Sicilia che isola è? Una terra di vecchi anziani dove si muore e non si nasce per aver abbandonate le famiglie al loro destino, ultimamente di fronte all’inflazione e all’aumento del costo della vita. Le famiglie tagliano sul cibo per arrivare a fine mese e resistere per non finire nel girone infernale della povertà. Le associazioni di volontariato per il lavoro che fanno hanno lanciato l’allarme della crescita delle nuove povertà, non solo cibo per sfamarsi, ma anche le bollette della luce e i libri per la scuola. Condizioni che peggiorano per lo sfascio della sanità non solo per la fuga dei medici, soprattutto anche per la mala politica. La mancanza dei luoghi di prevenzione e cura colpisce la povera gente che non ha le necessarie risorse finanziarie per curarsi. Un dramma nei drammi: un’isola che non c’è.


- Ci sono 0 contributi al forum. - Policy sui Forum -