Sei all'interno di >> :.: Primo Piano | Curiosità |

La Giornata del Nulla

Con cadenza periodica, qualcuno ci ricorda di dover "ricordare" un tale evento o una tale categoria sociale. Un giorno, forse, ci sarà anche la nostra personale giornata, ma non potremo raccontarla.

di Piero Buscemi - mercoledì 30 novembre 2016 - 3913 letture

L’invenzione del calendario era nata, molto probabilmente, per suddividere ed identificare i periodi dell’esistenza umana. Molto presto ha mostrato i suoi risvolti meno apprezzati. Dalla improvvisa consapevolezza dell’avanzare dell’età e, quindi, dell’arrivo della vecchiaia, all’ossessivo controllo delle ricorrenze ludiche, tra compleanni ed onomastici, che ci costringono a ricordarci degli altri, il calendario occupa una gran parte della nostra vita. E del nostro arredamento casalingo o di lavoro.

Negli ultimi tempi, poi, si sono intensificate le occasioni per dedicare il nostro pensiero alla ricorrenza o all’ideale calpestato negli anni, grazie alla istituzione delle varie giornate consacrate a personaggi, fatti storici o ad ipotetici "dimenticati" che, almeno per un giorno, si garantiscono l’esclusiva tra gli argomenti, più o meno seri, del nostro quotidiano. Si ha la sensazione che ci sia proprio uno staff tecnico e specializzato, addetto alla ricerca minuziosa degli eventi e delle situazioni da celebrare con le ormai notissime ed inevitabili Giornate del...

A sfogliare distrattamente un qualsiasi almanacco delle ricorrenze, si ha la sensazione che se l’Italia ha da tempo abbandonato l’attributo di "fondata sul lavoro", appare difficile ipotizzare la disponibilità di tempo da dedicare all’operosità, troppo spesso interrotta da queste giornate commemorative. Già con il primo dell’anno, una acclamante Giornata della Pace ci distrae, per qualche istante, dai postumi dei festeggiamenti della notte precedente. Il 6 gennaio, mentre i bambini attendono la vecchina volante, la Giornata della infanzia missionaria dovrebbe farci riflettere sulle contraddizioni del mondo ricco, in contrapposizione a quello povero. Il 27 è il giorno dedicato alla Shoah e in questa giornata, si comprende come sono maturi i tempi per attualizzare un olocausto, emulato e perfezionato più volte.

Gennaio si conclude con la Giornata dei malati di lebbra che, superando la Giornata per la vita del 7 febbraio, si va a ricollegare con la Giornata del malato del successivo 11 febbraio. Ma febbraio esordisce già con la Giornata Internazionale della lotta contro i tumori, che cade il 4. Febbraio, forse per rispecchiare il proverbio che lo vuole "curtu e amaru", è un condensato di ricorrenze. Il 5 è la Giornata nazionale di prevenzione dello spreco alimentare. Si passa, poi, alla Giornata Mondiale per la Sicurezza in Rete il 10, San Valentino il 14, la Giornata nazionale del gatto il 17, il 18 c’è quella del risparmio energetico ed il 20 quella per la Giustizia Sociale.

Dei mesi successivi, elenchiamo quelle che hanno attirato di più la nostra attenzione, sapendo di tralasciarne molte più care a molti e diversi archeologi della coscienza: 1° marzo la Giornata mondiale del complimento, il 12 marzo la Giornata Mondiale per la Sicurezza in Rete, il 22 marzo la Giornata dell’acqua, il 22 aprile la Giornata della Terra, il 23 quella del libro, il 3 maggio la Giornata della libertà di stampa. A maggio, scusate l’interruzione, si ha il massimo dell’espressione creativa delle ricorrenze: a parte il lavoro e la mamma, abbiamo quella per la Famiglia (15-16), Omofobia (17-18), per chiudersi con il 31 e la Giornata della lotta contro il fumo, che lascia ampio spazio all’ironia sugli argomenti celebrati i giorni precedenti.

Torniamo alla nostra elencazione: giugno si dedica all’Ambiente (5), al Rifugiato (20) e ai Cani in ufficio il 26. Luglio apre con quella dedicata al Bacio (il 6), il 18 il Mandela day e il 23 la Giornata internazionale della Gioventù. Agosto è particolarmente sensibile agli animali, sia a quattro che a due zampe: il 12 agosto è la Giornata Mondiale contro la Crudeltà verso gli Animali, il 26 agosto la Giornata Mondiale del Cane e il 29, a proposito di bestie a due zampe, la Giornata Internazionale contro i Test Nucleari.

Settembre trascorre quasi inosservato: giorno 8 è la Giornata Internazionale dell’Alfabetizzazione ed il 30, per non sminuire il mese, addirittura doppio appuntamento, Giornata Mondiale del Cuore e Giornata Europea del Dialogo Interculturale. Ottobre compensa decisamente la pochezza di ricorrenze del mese precedente: il 2 tocca ai Nonni, il 4 allo Spazio, il 7 al Sorriso, il 10 all’Obesità, giorno 11 al Coming Out, il 12 alla Scuola e Genitori (altro raddoppio), il 16 all’Alimentazione e alla Pulizia della mani (un’altra accoppiata), il 20 alla Statistica, il 24 allo Sviluppo dell’Informazione ed il 28 si chiude con un’altra doppia, Risparmio e Spreco.

Novembre non è da meno. Da ricordare, la Ricerca contro il cancro di giorno 5, quella contro la Pena di morte di giorno 11, Gentilezza random il 13, Studente e Bambino il 17, l’Albero il 21 e la Violenza sulle Donne il 25. Dicembre si apre con la Giornata Mondiale per la Lotta contro l’Aids, prosegue con la Giornata Internazionale dei Diritti delle Persone con Disabilità del 3, il 10 è la Giornata Mondiale dei Diritti Umani. La parte finale è dedicata a Pandori, Panettoni, Coca-Cola e al discorso di fine anno del Presidente. Buon 2017 a tutti. Ah, dite che porta sfiga augurare Buon Anno in anticipo?

Provate a collimare le parole "Coerenza" ed "Ipocrisia" con gran parte delle date che abbiamo elencato qualche rigo sopra. Forse non vi basteranno gli amuleti disponibili in commercio per sfuggire alla prossima Giornata del Nulla.


Rispondere all'articolo - Ci sono 0 contributi al forum. - Policy sui Forum -